Bacoli, vietati i botti di Capodanno: “Rispetto per chi ha perso un proprio caro”

bacoli capodannoBacoli – vietati i botti a Capodanno. Dopo Agropoli e Pontecagnano anche Bacoli si aggiunge alla lista dei comuni che hanno deciso di vietare i botti nella notte di Capodanno.

Il sindaco, Josi Gerardo della Ragione, da sempre lotta a favore di una politica del rispetto della quiete e dell’ambiente. Già durante quest’estate infatti il primo cittadino aveva minacciato di chiudere i locali che usavano i fuochi d’artificio in piena notte accompagnati da musica a tutto volume.

Tra i pensieri però del sindaco ci sono anche gli amici a quattro zampe che ogni anno sono spaventati dai rumori dei botti e soffrono in maniera smisurata. Oltre alle suddette motivazioni, si è deciso di vietare i botti anche e soprattutto per rispetto delle persone che hanno perso un loro caro in questo angusto 2020. Ecco le sue parole sul proprio profilo facebook:

Ho firmato l’ordinanza che vieta lo sparo di botti la notte di Capodanno. È un atto di rispetto verso le tante famiglie di Bacoli che, in questo anno terribile, hanno perso un proprio caro. Un atto di vicinanza a quanti hanno sofferto a causa della pandemia. Oltre che un richiamo a quanti, troppo spesso, si trovano a festeggiare il nuovo anno al pronto soccorso: con qualche dita in meno, con danni alla vista, con ferite lungo il corpo.

L’ho ritenuto un provvedimento doveroso. Ma, a dire il vero, mi auguro possa essere superfluo. Poiché sono certo di riscontrare nella sensibilità di ogni bacolese, piena condivisione rispetto alla necessità di essere al fianco di chi, causa coronavirus, mai più potrà dimenticare il 2020. Con la preghiera, con la speranza, con il silenzio. Ho firmato questa ordinanza anche per un altro motivo, a cui tengo molto.

È un monito a tutela dei nostri amici a quattro zampe che, la notte del Veglione, soffrono tanto per il frastuono dei petardi e fuochi d’artificio. Sarà una festa particolare, da zona rossa. Auguro a tutti noi che, al più presto, queste restrizioni possano essere ricordate come un pessimo ricordare. Per tornare ad abbracciarci, per tornare a stare insieme. Tutti, insieme“.

 

Ho firmato l’ordinanza che vieta lo sparo di botti la notte di Capodanno. È un atto di rispetto verso le tante famiglie…

Pubblicato da Josi Gerardo Della Ragione su Mercoledì 30 dicembre 2020

Potrebbe anche interessarti

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più