Napoli, gli rubano il motorino: il popolo raccoglie 11 mila euro e glielo ricompra

napoli rapina motorino

Napoli – Sei contro uno per rubare il motorino. Ieri sera c’è stata una brutale aggressione e conseguente rapina ad un rider sul motorino nella periferia nord di Napoli, precisamente a Capodichino. Sei persone si sono scagliate contro una sola per rubargli l’unico mezzo che gli permetteva di fare un lavoro onesto, il suo scooter.

Un’azione vile, ripresa da un video con il telefonino, che è subito diventato virale facendo il giro dell’Italia intera. Ovviamente gli insulti a Napoli e ai napoletano non sono mancati, dipingendoci sempre come un intero popolo di criminali.

Quello che però ancora una volta ha distinto il vero popolo napoletano da quei pochi che ancora tentano di rovinare l’immagine di una splendida città, è il cuore e la solidarietà verso l’uomo rapinato. Subito infatti è partita una colletta sul web per potergli ricomprare il motorino. In pochissime ore si è sforata la cifra di 11mila euro, raggiungendo così l’obbiettivo prestabilito.

Tra le donazioni più ingenti tra l’altro ci sarebbe anche quella di un calciatore della Lazio, Mohamed Fares, che avrebbe deciso di donare alla causa 2.500 euro. Un gesto molto bello al quale ha fatto seguito anche una storia sul proprio profilo instagram, forse dedicata proprio all’uomo rapinato.

L’uomo tra l’altro – un 50enne padre di famiglia – dopo la rapina non ha smesso di lavorare anzi, ha continuato con la propria auto. A farlo sapere è Gianni Simioli, conduttore del programma radiofonico La Radiazza su Radio Marte, con un messaggio su facebook:

Non vogliamo dirvi molto, solo che abbiamo appena ascoltato un messaggio che il nostro amico (ormai lo è) ci ha inviato in privato. Sapete cosa dice ? Che ci ringrazia, ma che al momento non può rispondere perché dopo lo “stop” per la rapina subita, ha ripreso a lavorare per completare il giro di consegne con un auto. Insomma, avete capito bene : sta proprio continuando a lavorare! Applausi e rispetto per questo disoccupato di 50 anni  “che non può stare senza fare niente aspettando che arrivi un lavoro” (parole sue). Spero di farvelo conoscere domani”.

Un episodio simile era successo durante i festeggiamenti della scorsa Coppa Italia vinta, dove due persone scipparono il motorino a Salvatore, poi regalatogli da Insigne.

Potrebbe anche interessarti