Rider aggredito a Napoli, il 50% dei fondi a lui destinati andranno in beneficenza

rider napoli raccolta fondi

La vicenda di Gianni, rider 52enne aggredito e rapinato ieri a Napoli, ha mobilitato l’intera città con una raccolta fondi. Gianni era a Calata Capodichino per una consegna ed è stato accerchiato da 6 ragazzi che gli hanno rubato il motorino.

Il video registrato da qualcuno nelle vicinanze dell’accaduto ha fatto il giro del web e Napoli si è immediatamente mobilitata con una raccolta fondi per aiutare il rider aggredito e derubato a ricomprare il motorino, raggiungendo subito grandi cifre.

Il motorino, però, è stato ritrovato all’esterno della casa di uno dei 6 aggressori e 5 di questi sono stati arrestati. Vincenzo Perrella, organizzatore della raccolta fondi alla quale ha partecipato anche il difensore della Lazio, Mohamed Fares, ha comunque voluto consegnare il ricavato a Gianni.

Quest’ultimo ha deciso che il 50% della cifra lo terrà per lui, mentre l’altro 50% lo donerà ad associazioni benefiche che verranno indicate nei prossimi giorni. Gianni ha sentito tutto l’affetto della Napoli bene ed ha ricevuto anche una proposta di lavoro come macellaio dopo aver dichiarato di aver svolto questo mestiere per ben 30 anni.

Queste le parole di Vincenzo dopo aver pubblicato una foto con Gianni: “Eccomi con Gianni!! Ha accettato il 50% dei fondi a lui dedicati ed il restante in beneficenza ad associazioni che nei prossimi giorni vi saranno indicate!! Ancora un forte grazie a voi“.

Eccomi con Gianni !!
Ha accettato il 50% dei fondi a lui dedicati ed il restante in beneficenza ad associazioni che nei prossimi giorni vi saranno indicate !!
Ancora un forte Grazie a voi ❤️

Pubblicato da Vincenzo Perrella su Lunedì 4 gennaio 2021

Potrebbe anche interessarti