Il Maradona di Jorit incanta il mondo: dalla Spagna a Quarto, tutti pronti ad ammirarlo

jorit maradona

E’ terminato il secondo murales di Jorit dedicato a Diego Armando Maradona. Dopo la scomparsa del pibe de oro, lo street artist ha scelto Quarto (comune in provincia di Napoli) dove luogo in cui far sorgere la sua nuova creazione. Un posto non casuale (vicino a lui c’è l’altro dipinto di Marek Hamsik) e che richiama il periodo difficile di Diego legato alla droga.

Come spiegato dallo stesso Jorit sul suo profilo Instagram, tutto parte da alcune dichiarazioni di Maradona rilasciate alcuni anni fa e relative alla sua dipendenza:

“Ho cominciato a 24 anni quando ero al Barcellona. E’ stato l’errore più grande della mia vita. La droga uccide e sarei morto se avessi continuato. Ora sono 13 anni che non tocco più nulla e la mattina mi sveglio felice”.

Da qui la scelta di Quarto come luogo in cui far sorgere il suo murales:

“Su una fermata del treno che collega Quarto a Napoli qualcuno scrisse: “Quarto si droga per difesa psichica” ho visto troppe persone andare sotto, alcune morire, altre perdere la testa, dobbiamo costruire un futuro in cui sostituire la droga con i sogni: “Quarto sogna, Quarto lotta”. E Diego ha tanto da insegnarci anche in questo”.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Jorit (@jorit)

Oggi Jorit posta una nuova foto che lo ritrae sul tetto del palazzo dove è stato immortalato il volto sorridente di Maradona:

“Lui si schiera e combatte non rimanda a domani”.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Jorit (@jorit)

Il murale ha fatto il giro del mondo arrivando anche in Spagna, con un articolo pubblicato su As.

Il nostro Diego fa arrivare Quarto in Spagna!
Su #Ascom

https://as.com/futbol/2021/01/05/album/1609845293_897122.html

Pubblicato da Jorit su Giovedì 7 gennaio 2021

 

Potrebbe anche interessarti