SMCV, l’assessore Petrella replica ad Aveta: “Disperati tentativi di avere like su facebook”

Dopo la replica della DHI, questo pomeriggio arriva la risposta dell’Assessore con delega all’Igiene Urbana di Santa Maria Capua Vetere, Francesco Petrella. Con un comunicato diffuso dai canali istituzionali del Comune, risponde nel merito alle accuse mosse dal rappresentante di alcune associazioni cittadine che aveva denunciato la carenza dei servizi dell’azienda preposta alla raccolta dei rifiuti, nonché gettato ombre inquietanti sul prolungamento in deroga dell’attività affidata alla medesima impresa. Di seguito la nota stampa:

“E’ assolutamente preoccupante che chi manifesta l’attuale volontà di candidarsi a Sindaco di questa città utilizzi argomenti privi di qualsiasi fondamento e smentiti da atti ufficiali pubblicati e chiaramente sconosciuti al rappresentante delle associazioni firmatarie della nota trasmessa alla stampa in un tentativo di minima visibilità. Restiamo basiti per l’ignoranza delle vicende ammnistrative da parte di chi intenderebbe addirittura candidarsi a guidare la città e, pur avendo questa amministrazione sempre adottata una linea di condotta incline a non riscontrare bieche accuse, riteniamo opportuna qualche precisazione.Il rappresentante delle associazioni si sarà accorto che questa amministrazione nell’immediatezza dell’insediamento ha fatto partire con delibera di Giunta Comunale una gara pluriennale per l’igiene urbana e all’esito infruttuoso della stessa, per mancanza di offerte valide, ha proceduto, sempre con delibera di Giunta, con altra gara che è in aggiudicazione, unico motivo per il quale è stata disposta la proroga all’attuale soggetto gestore? Pur evidentemente in totale assenza di progetti ed idee, il rappresentante delle associazioni saprà che la legge 14 del 2016 della Regione Campania prevede il passaggio del servizio dai comuni al soggetto gestore individuato dall’Eda e, pertanto, la costituzione di una società in house avrebbe rappresentato uno sperpero di danaro pubblico con la costituzione di un carrozzone e relativo poltronificio che rimaneva sul groppone dei sammaritani? Riteniamo che questa idea malsana per la comunità certamente nasca da una pratica del poltronificio in carrozzoni pubblici alla quale il rappresentante citato ha dimostrato negli anni di essere particolarmente incline. La città avrebbe gradito che le associazioni che si preparano alle prossime elezioni e del loro rappresentante avessero fatto sentire la loro viva voce ambientalista per segnalare le gravi irregolarità in cui ha versato in passato per anni il centro di raccolta comunale fino ai nostri importanti interventi per la regolarizzazione e l’efficientamento del servizio, essenziale per un miglioramento della raccolta differenziata. Si sarà accorto il sostenitore delle tematiche ambientali che il fenomeno dello sversamento dei rifiuti sulle strade periferiche non è né una esclusiva sammaritana, né di questi anni ma un fenomeno datato decenni e tanto ampio e problematico da richiedere nel tempo interventi del Governo, della Regione e finanche l’impiego dell’esercito? Dove stavano gli attuali ambientalisti, un tempo verdi, quando in città non funzionava una telecamera per il controllo degli sversamenti a dispetto delle molteplici attivate da questa amministrazione? Dove stavano quando questa amministrazione faceva decine di incontri nelle scuole per la sensibilizzazione alla differenziata, dove stavano le loro proposte e loro idee? Non pervenute a questo ente, a differenza di altre associazioni! Auspichiamo che la prossima campagna elettorale si ispiri ad un confronto basato su idee e progetti, contestualizzati e pertinenti, basati su fatti reali e rivolti a trovare soluzioni per affrontare le problematiche cittadine e non a disperati tentativi di ottenere qualche like su Facebook”.

L’Amministrazione Comunale e l’Assessore all’Igiene Francesco Petrella

Potrebbe anche interessarti

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più