Covid, De Luca tuona: “Chi se ne frega della zona gialla”

Il Presidente, Vincenzo De Luca, al termine della sua diretta ha fatto il punto sull’andamento dei contagi da coronavirus in Campania, ancora in zona gialla. La situazione sembra migliorare ma non bisogna abbassare la guardia.

De Luca, zona gialla: “Non rilassiamoci”

Queste le sue parole: “Non abbiamo ancora una situazione tranquilla. Il tasso di positivi oscilla tra il 7% e l’8%. Per avere una situazione tranquilla dobbiamo scendere al 5% di positivi. Con 1000-1200 positivi significa che dobbiamo stare attenti, stiamo camminando sul filo del rasoio.”

“La Campania è in zona gialla. Non si sarebbe detto, pensando alle tante, troppe campagne di sciacallaggio mediatico di questi mesi. Stranamente la Campania, che sulla base di quelle trasmissioni doveva essere il Bangladesh, è in zona gialla, tra le Regioni virtuose.”

“Nessun autocompiacimento. Chi se ne frega della zona gialla. Noi dobbiamo essere più attenti degli altri perché abbiamo ancora oltre 1000 positivi al giorno. Nessun rilassamento finché non completeremo la campagna di vaccinazione. Intanto abbiamo avuto qualche alleggerimento.”

“Cogliamo l’elemento positivo della zona gialla non per rilassarci ma per avere tutte le forme di prudenza e prevenzione così da non tornare ad essere zona a rischio. Non ci vuole niente, cerchiamo di non fare i fenomeni e rispettiamo le regole di base. Rinnovo a tutti i nostri concittadini l’appello di sempre: aiutateci a governare i problemi e a superarli.”

L’obiettivo che abbiamo davanti è ambizioso ma non abbiamo alternative. Dobbiamo vaccinare tutta la regione in pochi mesi per uscire da questa condizione di sofferenza e pesantezza sociale. Dal punto di vista sanitario continuiamo ad avere una situazione di buona tenuta per le terapie intensive e i ricoveri ospedalieri. Questi dati ci devono dare serenità ma ricordarci sempre il dovere della prudenza e della prevenzione. Se saremo prudenti vedrete che imboccheremo la strada della fuoriuscita da questa epidemia.”

Potrebbe anche interessarti