ALLERTA METEO di 24 ore in Campania: temporali intensi, pericolo frane

MaltempoNapoli La Protezione civile della Regione Campania ha emanato un avviso di allerta meteo con criticità idrogeologica di livello Giallo sull’intero territorio valevole a partire dalle 13 di domani, domenica 7 febbraio e per le 24 ore successive, ossia fino alle 13 di lunedì 8 febbraio. Sull’intero territorio si evidenziano precipitazioni sparse, rovesci o locali temporali anche intensi. A questo quadro meteo si associano locali raffiche di vento.

Allerta meteo di 24 ore in Campania

La perturbazione insisterà dapprima sui quadranti settentrionali della regione per poi estendersi su quelli meridionali: sulle zone 6,7,8 (Piana Sele e Alto Cilento; Tanagro; Basso Cilento) infatti l’intensità dei temporali si rivelerà maggiore a partire dal tardo pomeriggio di domani.

Su tutta la regione si segnala il rischio idrogeologico con fenomeni di impatto al suolo come:
– Ruscellamenti superficiali con possibili fenomeni di trasporto di materiale;
– Possibili allagamenti di locali interrati e di quelli a pian terreno;
– Scorrimento superficiale delle acque nelle sedi stradali, possibili fenomeni di rigurgito dei sistemi di smaltimento delle acque meteoriche con tracimazione e coinvolgimento delle aree depresse;
– Innalzamento dei livelli idrometrici dei corsi d’acqua, con inondazioni delle aree limitrofe, anche per effetto di criticità locali (tombature, restringimenti, ecc);
– Possibili cadute massi in più punti del territorio;
– Occasionali fenomeni franosi legati a condizioni idrogeologiche particolarmente fragili, per effetto della saturazione dei suoli.​

La Protezione civile raccomanda agli enti competenti di porre in essere tutte le misure atte a prevenire e contrastare i fenomeni attesi sia in ordine al rischio idrogeologico che alle raffiche di vento prestando la massima attenzione alle zone già colpite dal maltempo nei giorni scorsi o particolarmente fragili anche in conseguenza dell’attuale consistente rischio residuo, in linea con i rispettivi piani comunali, attivando i Centri Operativi Comunali.

Potrebbe anche interessarti