Covid, Castelpagano in zona rossa: oltre alle scuole, chiusi ristoranti e parruccheri

La Campania continua a registrare un numero di contagi da covid elevato, motivo che ha spinto il Comune di Castelpagano, in provincia di Benevento, ad adottare restrizioni tali da far rivivere un vero e proprio lockdown, avviando una zona rossa. Il provvedimento emanato sarà in vigore da oggi fino al 15 febbraio 2021.

Castelpagano in zona rossa

Fino al 15 febbraio 2021 resteranno del tutto chiusi bar, ristoranti, pizzerie, agriturismi, fioristi, barbieri, parrucchieri ed estetisti. Il mercato settimanale è sospeso per i giorni 7 e 14 febbraio 2021, mentre quello ambulante per tutti i giorni della settimana.

Sarà possibile accedere agli uffici comunali soltanto previa prenotazione telefonica. Risulta vietato, almeno fino al 15 febbraio 2021, soffermarsi in aree pubbliche quali piazze, larghi e parchi. I soggetti responsabili di Uffici Postali, Patronati, studi medici e professionali sono tenuti al rispetto degli obblighi di legge, adottando ogni misura necessaria che scongiuri il rischio di assembramenti all’interno e all’esterno dei locali.

Similmente, gli esercizi commerciali che possono continuare a svolgere le proprie attività, dovranno consentire l’accesso ad una sola unità per nucleo familiare e per il tempo strettamente necessario agli acquisti essenziali nel pieno rispetto dei Protocolli sanitari in vigore.

Il sindaco Giuseppe Bozzuto ha commentato le sue decisioni dicendo: “A seguito dell’allarmante aumento dei contagi da covid-19 nella nostra comunità, ho emesso l’ordinanza n.27 che prevede una serie di misure restrittive volte a contenere la diffusione del contagio. Pertanto invito tutti voi a comportamenti responsabili e al rispetto delle norme emanate.”

“Evitate spostamenti non dettati da comprovati motivi di lavoro e di salute. Evitate qualsiasi forma di aggregazione non necessaria, in particolare feste private in famiglia. Rispettate il distanziamento e indossate sempre la mascherina.”

Già nei giorni precedenti, il primo cittadino aveva ordinato la chiusura di tutti i plessi scolastici a causa dei numerosi contagi registrati al loro interno.

Diversi sono i sindaci che, in base alla situazione epidemiologica rilevata, hanno deciso di intervenire con forti limitazioni. Di recente, il Comune di Torre Annunziata, avendo accertato un elevato tasso di contagi, ha disposto la chiusura di tutte le scuole e del mercato settimanale, oltre al blocco della circolazione in alcuni tratti stradali durante alcune ore della giornata.

Potrebbe anche interessarti