Le Catacombe San Gennaro riaprono: la prima visitatrice è delle Hawaii

Catacombe San GennaroChiuse da tre mesi a causa del Covid, finalmente riaprono le Catacombe San Gennaro e la prima visitatrice è hawaiana. 

Solo oggi sono state attese 50 visite alle famose Catacombe San Gennaro e anche alle Catacombe di San Gaudioso. A cogliere di sorpresa tutti gli operatori della cooperativa ‘La paranza’ che gestiscono il sito è stata la prima visitatrice: una ragazza di 25 anni, Frandina Thornton, delle Hawaii, specificamente dell’isola di Oahu. Infatti, Vincenzo Porzio, socio della cooperativa, riferisce all’ANSA:

Pensavamo che nei primi giorni di apertura  fossero i napoletani ad approfittare di queste visite che per il numero ridotto di persone imposto dalla pandemia offre sicuramente una un’atmosfera molto più intima, e quando abbiamo ricevuto la prenotazione per una guida in inglese eravamo curiosi di conoscere il visitatore”.

E, invece, la giovane turista, suggestionata dalla singolarità del luogo, ha dichiarato che: “sembra quasi di sentire le voci delle persone che vi si rifugiavano”.

 Oggi, per la riapertura delle Catacombe, erano presenti 40 soci della cooperativa, anche se a lavorare erano in otto a causa delle retribuzioni e della crisi. “Ma è un giorno speciale e nessuno ha voluto mancare. L’emozione più forte? Il rumore dell’apertura dei cancelli, della macchina del caffè e della stampante dei biglietti. Sembra poco ma per noi significa tanto. Si riparte. Prendiamo come buon augurio l’arrivo di questa ragazza. Ora aspettiamo di nuovo i napoletani, amanti dell’arte e della bellezza a che da quando è nata la cooperativa l’hanno sempre sostenuta”, sottolinea Porzio.

Per ora le Catacombe San Gennaro saranno visitabili solo il giovedì e il venerdì e solo su prenotazione. Gli ingressi, infine, saranno scaglionati in piccoli gruppi.

Dopo che il mondo della cultura è stato colpito duramente dal Covid, la riapertura delle Catacombe insieme ad altri siti museali è una vera soddisfazione per tutta la comunità di Napoli.

Potrebbe anche interessarti