Covid, l’RT è di nuovo in aumento: 7 Regioni oltre la soglia critica

L’RT in Italia è tornato a salire passando dallo 0,84 della scorsa settimana al 0,95 di oggi, stando alla bozza del monitoraggio ISS – Ministero della Salute, relativa alla settimana 1-7 febbraio. Si torna, dunque, vicini alla soglia dell’1 così come continua a preoccupare la circolazioni delle varianti del covid.

Sale l’RT: la bozza del monitoraggio 1-7 febbraio

Stando ai dati resi noti dall’Ansa sono ben 7 le Regioni che presentano un Rt che va ben oltre la soglia dell’1, risultando compatibili con lo scenario di tipo 2 e in aumento rispetto all’ultimo aggiornamento. Quelle restanti, invece, si collocano nello scenario di tipo 1. A detenere il livello di maggior rischio sono la Regione Umbria e la Provincia Autonoma di Bolzano, con oltre 250 casi per 100.000 abitanti. Meglio la Sardegna e la Valle D’Aosta con un’incidenza settimanale inferiore ai 50 casi per 100.000 abitanti.

Sale anche il numero di Regioni/PPAA dove sono state segnalate allerte di resilienza: sono 11 contro le 5 della settimana precedente. Le Regioni con classificazione di rischio moderato si attestano a 10, di cui 5 ad alto rischio di progressione, mentre quelle a rischio basso sono 9.

Stando ai primi dati diffusi la Campania anche stavolta dovrebbe rimanere in zona gialla detenendo un RT ancora inferiore all’1. Eppure, la Regione ha reso noto un report in cui si evidenzia un netto e preoccupante aumento dei contagi che potrebbero spingere il Governatore a prendere decisioni forti, soprattutto considerando l’arrivo del weekend di San Valentino e Carnevale. Già nella giornata di ieri, il Presidente campano ha esortato il Governo nazionale ad intensificare i controlli, in particolare nella giornata di domenica, per scongiurare il rischio assembramenti.

In generale sembra peggiorare la situazione a livello nazionale. L’indice di trasmissibilità aveva registrato un progressivo calo per due settimane consecutive per poi raggiungere un livello di stabilità la scorsa settimana. Purtroppo, i dati odierni mostrano un andamento in salita che porta l’Rt nuovamente vicino alla soglia dell’1.

 

Potrebbe anche interessarti