Campi Flegrei, boato e nuova scossa nella notte avvertita dalla popolazione

scossa campi flegrei

Continua il bradisismo nella zona della Solfatara. Ieri sera è stata infatti avvertita dalla popolazione una nuova scossa preceduta da un forte boato con epicentro nei Campi Flegrei. L’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia indica la magnitudo a 1.5 vicino la Chiesa dell’Annunziata ad una profondità di appena 2 km.

Tantissimi i commenti degli utenti su Facebook che in questi ultimi mesi stanno convivendo con le scosse. Scrive MariaFrancesca:

“Un boato da mettere i brividi”.

Commenta Francesco:

“Esatto… Boato fortissimo e sembrava l’arrivo di un treno.. Movimento non sussultorio”.

Anche Titti Maria Fortuna l’ha sentita forte e chiara:

“Sì con boato, scossa chiara e lunga, zona solfatara alta”.

La scossa è stata avvertita anche da alcuni residenti di Bagnoli. Soltanto qualche giorno prima della scossa, si è tenuta a Pozzuoli una videoconferenza con il Capo Dipartimento della Protezione Civile Angelo Borrelli per fare il punto sullo stato del vulcano dei Campi Flegrei. Dall’incontro è emerso che:

Il sollevamento della terra nell’Area flegrea avviene a un ritmo di 12 millimetri al mese. La situazione è di attenzione e non sono emerse ragioni per cambiare lo scenario. Il monitoraggio da parte della Comunità scientifica è attento e costante. Al momento non vi sono particolari motivi di allarme”.

In questo ultimo mese sono state sei le scosse avvertite dalla popolazione. Quattro con epicentro sul Vesuvio e due ai Campi Flegrei (magnitudo 2 2 e 1.5).

Potrebbe anche interessarti