Per l’Asl di Caserta 27 Comuni sono da fascia rossa: casi in aumento nell’ultima settimana

asl caserta fascia rossa

L’Asl di Caserta ha lanciato l’allarme. In un documento, diffusosi sui social in diversi gruppi, ha indicato 27 Comuni della zona in cui bisogna agire rapidamente con misure di contenimento più restrittive. Non si tratta di una zona rossa, che può essere predisposta solo dal presidente del Consiglio, dal governatore o dai sindaci, ma di un suggerimento. L’Asl infatti invita i primi cittadini a emanare ordinanze più restrittive come la chiusura di alcuni negozi non essenziali o la riduzione dell’orario. A questi si aggiunge la sospensione dell’attività scolastica in presenza già attuata da De Luca. Preoccupano i contagi in aumento nell’ultima settimana (22-28 febbraio) anche se i numeri sono ancora inferiore rispetto alla seconda ondata.

NOTA DELL’ASL DI CASERTA: 27 COMUNI IN FASCIA ROSSA

I Comuni indicati da fascia rossa sono: Arienzo, Calvi Risorta, Casaluce, Casapulla, Castel Morrone, Cervino, Conca della Campania, Grazzanise, Letino, Macerata Campania, Maddaloni, Marzano Appio, Mignano Montelungo, Parete, Pietramelara, Roccamonfina, Roccaromana, San Cipriano d’Aversa, San Felice a Cancello, San Marco Evangelista, San Prisco, Santa Maria Capua Vetere, Santa Maria La Fossa, Succivo, Valle di Maddaloni, Villa Literno. Mentre sono due quelli che rientrano in fascia arancione: Francolise e Lusciano.

Come specificato su Facebook da Carmine De Lucia, presidente del Consiglio Comunale di Santa Maria a Vico:

“Leggo con preoccupazione la nota dell’Asl di Caserta dove si evidenzia come ben 27 comuni della Provincia, tra cui molti della valle di Suessola, rientrano nella cosiddetta “FASCIA ROSSA”. In primis ci tengo a sottolineare che “FASCIA ROSSA” non vuol dire “ZONA ROSSA”, ma sta ad indicare semplicemente un anomalo aumento dei contagi e pertanto invita i Sindaci dei relativi Comuni ad adottare misure adeguate a contenere i suddetti contagi.
Detto questo, come anticipato, tra i comuni “attenzionati” ci sono i vicini San Felice a Cancello, Arienzo, Maddaloni e Cervino, segno che il virus circola in maniera preoccupante in mezzo a noi. Anche se la nostra Santa Maria a Vico non compare in quell’elenco, questo non vuol dire che bisogna rilassarsi o allentare la presa, anzi! Per evitare altre disastrose chiusure è necessario, ora più che mai, rispettare quelle regole che ormai tutti conosciamo, ma che inspiegabilmente ancora ci rifiutiamo di concepire come una tutela della nostra salute anziché come una limitazione delle nostre libertà”. 

🔴Leggo con preoccupazione la nota dell’Asl di Caserta dove si evidenzia come ben 27 comuni della Provincia, tra cui…

Pubblicato da Carmine De Lucia 73 su Martedì 2 marzo 2021

Sul sito dell’Asl di Caserta è possibile vedere nel dettaglio i casi per ogni singolo Comune aggiornati alle 15 di oggi. Per esempio nel caso di Arienzo sono solo 2 gli attualmente positivi su circa 5 mila abitanti. Mentre sono 190 i casi attualmente positivi a Santa Maria Capua Vetere che conta circa 32 mila abitanti. 223 i positivi in un giorno in tutti i Comuni del Casertano.

Potrebbe anche interessarti