Napoli, bimbi e genitori nel Bosco di Capodimonte per dire ‘no’ alla dad

no dad capodimonte

Napoli – giornata no dad al Bosco di Capodimonte. In questo ultimo anno, segnato dalla pandemia di covid, la questione della scuola è stato uno degli argomenti cardine e più discussi. L’istruzione dei bambini, la salute, l’integrazione, capisaldi della lotta di chi voleva far restare i propri figli a casa e di chi non voleva si chiudessero le aule. In Campania i ragazzi hanno varcato la soglia d’ingresso poche volte e continueranno a non farlo almeno fino al prossimo 14 marzo – data di scadenza dell’ordinanza firmata da De Luca.

I genitori “no dad” – quelli contrari alla didattica a distanza – hanno protestato molto in questi giorni, inviando prima una lettera al Premier Draghi e poi facendo spegnere i dispositivi elettronici ai propri figli.

Per questo motivo, ieri mattina al Bosco di Capodimonte, bambini e genitori no dad si sono riuniti per fare giochi matematici, cruciverba, indovinelli. A proclamare la giornata di disconnessione è stato il gruppo “Usciamo dagli schermi“, che su Facebook proclama anche il prossimo appuntamento, con annesso sciopero, che sarà venerdì 5 marzo.

Se la DaD è il pretesto per dire che la scuola non ha chiuso né chiuderà mai, allora DISCONNETTIAMOCI! Questa mattina (ieri ndr.), al bosco di Capodimonte, giochi matematici, cruciverba storici ed indovinelli scientifici. Prossimo appuntamento di disconnessione, Venerdì 5 Marzo! Segnalate alla nostra pagina Facebook le vostre attività di autorganizzazione dal basso!“.

 

Se la DaD è il pretesto per dire che la scuola non ha chiuso né chiuderà mai, allora DISCONNETTIAMOCI!
Questa mattina,…

Pubblicato da Usciamo dagli schermi su Martedì 2 marzo 2021

Nonostante scioperi e ricorsi al Tar, le scuole, per volere del tribunale regionale – che ha dato ragione a De Luca – continueranno a tenere i cancelli chiusi fino a metà marzo.

Potrebbe anche interessarti