Ornella, uccisa dal compagno. Il dolore del papà: “Tutto mi aspettavo ma non che facesse questa fine. Voglio giustizia”

La vita di Ornella Pinto, giovane mamma napoletana, si è spenta per mano del suo “compagno” e al dolore per la sua scomparsa si unisce la voglia di renderle giustizia, proprio come dichiarato da suo padre, il signor Peppe. L’uomo, al consigliere Francesco Emilio Borrelli, ha palesato tutto il suo dolore appellandosi all’intervento della magistratura.

Ornella Pinto, l’appello del padre: “Giustizia non vendetta”

L’ennesimo femminicidio, sfociato nella perdita della giovane Ornella, ha causato sconforto nell’intera comunità. La donna è stata uccisa dal compagno nella sua abitazione nel quartiere San Carlo all’Arena, con dodici coltellate. A nulla sono serviti i tentativi di rianimarla: la vittima non ce l’ha fatta, lasciando un bambino avuto nel 2017 proprio dal suo carnefice.

Il papà, distrutto dal dolore, ha deciso di intervenire sulla vicenda, frenando le false notizie circolanti e chiedendo giustizia. Si è, inoltre, lasciato andare al ricordo di sua figlia: “Io avevo un lavoro precario e Ornella, per continuare a studiare, andava a lavorare nel weekend per guadagnare qualcosa. Riuscì a laurearsi con 110 e lode proseguendo con due master e due abilitazioni. Tutto mi aspettavo all’infuori che facesse questa fine”.

“Io ho cercato di trasmettere alle mie figlie il mio stesso impegno nel sociale, già da quando erano bambine. Ho sempre, nel mio piccolo, cercato di aiutare chi ne aveva bisogno. Adesso quello che chiedo è che alla fine mia figlia continui a vivere nel mio cuore. Non voglio vendetta ma giustizia. Voglio che non succeda più ad altre persone. Qua ci vuole un intervento politico, bisogna cambiare veramente. La politica è una missione, devono avere la capacità di intervenire quando ci sono problemi di questa natura, e non solo”.

Peppe ha voluto far sentire la propria voce anche per mettere fine alla circolazione di notizie fasulle sul conto di Ornella: “Il mio obiettivo è questo, rilascio questa intervista per evitare che si possano dire cose su Ornella che non si conoscono. Non si possono permettere di dire cose fasulle solo per farsi pubblicità. Dio solo mi sta dando la forza di rilasciare questa intervista, non sono proprio nelle condizioni per farlo. Sono intervenuto proprio per mia figlia Ornella. Giustizia ma non vendetta, sono certo che sia quello che chiede anche mia figlia che sta di là”.

Potrebbe anche interessarti