De Luca: “Vaccino anche dai 16 anni appena possibile. Faremo di tutto per riaprire le scuole”

Nella consueta diretta del venerdì, De Luca ha dato una comunicazione importante: la Regione Campania sta valutando di somministrare il vaccino anti-covid anche ai ragazzi sotto i 16 anni, in modo da poter aprire il prima possibile le scuole.

Il governatore innanzitutto comunica i dati relativi all’emergenza covid in Campania. “Abbiamo ancora oggi un numero grande di sintomatici. Nell’ultima settimana abbiamo oscillato nel numero di sintomatici, circa il 10-15% dei nuovi positivi richiedono ricoveri ospedalieri, quindi dobbiamo trovare ogni giorno 150 posti in più.

Stiamo reggendo nelle terapie intensive con 160 posti occupati e con le degenze in area medica, diversamente da quanto sta succedendo nelle ultime ore in Piemonte non abbiamo chiuso altri reparti per accogliere i pazienti covid. Stiamo cercando di reggere fino all’ultimo per non chiudere altri reparti. perché vogliamo dare assistenza anche a chi ha altre patologie che richiedono comunque una cura.

Per le terapie intensive siamo al 27%, se andiamo oltre il 30-35% diventerà inevitabile chiudere altri reparti. Per le degenze in area medica siamo sul 37, oltre il 40-45% cominciamo ad avere situazione di affanno. Per questo prendiamo le decisioni che prendiamo: i mercati, i ristoratori, il sostegno economico, sono problemi che riguardano il Governo nazionale, sapendo che la Campania è la regione che ha fatto il massimo sforzo possibile lo scorso anno per dare una mano, investendo 1 miliardo e mezzo di euro.

Per quanto riguarda i vaccini: i vaccinati con prima dose tra i nostri concittadini sono 633.000. 422.000 con la prima dose soltanto, 211.000 con le seconde dosi. Ma già avere questo numero con le prime dosi è un dato rilevante: abbiamo realizzato una barriera che copre per il 50% ma copre. Con la sanità, abbiamo completato con la seconda dose la vaccinazione di tutto il personale e messo al sicuro gli ospedali.

“Sono stati vaccinati il 73% degli over 80, e 63.000 over 80 hanno fatto anche la seconda dose. Del personale scolastico quasi tutti hanno ricevuto la prima dose. Questo è un obiettivo strategico in Campania”. Inoltre, De Luca introduce una novità: la Regione sta valutando la possibilità di vaccinare anche i ragazzi.

“Abbiamo fatto una verifica sulla possibilità di vaccinare dai 16 anni in poi, cosa che si può fare solo con Pfizer. Per le dosi limitate che abbiamo, Pfizer deve essere usato per pazienti fragili. Quando avremo disponibile un vaccino anche per i ragazzi, noi daremo priorità alla vaccinazione su tutto il mondo della scuola: docenti, non docenti e alunni, perché capiamo benissimo che le scuole chiuse sono un problema. A volte diventa obbligatorio prendere un certo tipo di decisione, ma siamo perfettamente consapevoli che è un problema per le famiglie e per i ragazzi. Faremo di tutto per aprire quanto prima possibile, ma in condizioni di sicurezza”.

Potrebbe anche interessarti