Covid, de Magistris: “Preoccupato per il crollo di vaccinazioni a Napoli”

Napoli – de Magistris preoccupato per il crollo delle vaccinazioni. Dopo il blocco e poi il via libera del vaccino AstraZeneca, si è creata molta confusione e paura attorno all’argomento. A Napoli negli ultimi giorni sono tantissime le persone che non hanno risposto all’appello per la prima dose del vaccino anti covid. Ieri è stato il turno dei sanitari che in massa hanno disertato la propria dose. Su 2.500 persone a rispondere all’appello sono state soltanto 1.042, quindi quasi il 60% degli assenti. La categoria dei sanitari è però in “buona compagnia” seguita da vigili ed insegnanti.

Ed è proprio questa la preoccupazione principale che il sindaco di Napoli, Luigi de Magistris, ha espresso in un’intervista andata in onda ieri al programma “Tagadà” su La7. “Con lo stop ad Astrazeneca si è verificata una situazione di confusione. Credo che chi sta al vertice dello Stato deve debba usare parole chiare. Sono preoccupato per il crollo di vaccinazioni a Napoli. Molti non ci vanno a vaccinarsi, dobbiamo uscire da questo tunnel della schizofrenia e della confusione“.

Non solo uscire dal tunnel della paura, ma incanalare nella mente dei cittadini che il vaccino è l’unica via di fuga dal covid, l’unica soluzione per tornare ad una vita normale, che ormai ci sembra così lontana.

Proprio per questo de Magistris lancia poi un appello finale parlando anche della sua esperienza: “Io mi vaccinerò. Quando sarà il turno dei 50enni sarà il turno del sindaco e in quel momento mi farò trovare pronto. Non sono mai stato propenso personalmente ai vaccini facoltativi perché a 5 anni stavo morendo per un farmaco, ho avuto un gravissimo shock anafilattico. Ma il vaccino per il Covid lo farò. Siamo in pandemia – osserva l’ex Pm – non c’è solo un interesse personale, c’è un dovere di fratellanza mondiale nei confronti degli altri“.

Potrebbe anche interessarti