Si ferma il set di Un posto al sole: risultati positivi al test rapido due attori

Il cast di Un posto al sole si ferma: la celebre soap napoletana spegne oggi le cineprese a causa di due attori risultati positivi al coronavirus tramite tampone antigenico. A riportare la notizia è Fanpage.

Lo sceneggiato di Rai 3 ambientato nella cornice di Palazzo Paladini, che nella realtà si chiama Villa Volpicelli, aveva già visto durante la prima zona rossa nazionale di marzo uno stop alle riprese e alla messa in onda. Una volta tornati sul set, infatti, gli attori hanno iniziato a seguire rigidi protocolli.

Oltre al tampone settimanale al quale tutti si dovevano sottoporre, tra attori e lavoratori dietro le quinte, son state adeguate le scene. Gli sceneggiatori hanno cercato di ridurre il più possibile i set che non consentivano le giuste distanze interpersonali.

Alla notizia della positività dei due lavoratori Rai immediatamente è scattato il consueto protocollo. I due diretti interessati si sono posti in isolamento e tutti i contatti hanno immediatamente provveduto per un isolamento fiduciario. E’ stata effettuata inoltre la sanificazione dei set interni di via Marconi.

Ma niente paura per gli appassionati, le riprese non sono a rischio. Infatti già lunedì si potrà tornare a lavoro nella soap più longeva d’Italia. Tuttavia sono stati predisposti dei cambi di convocazione. Gli attori previsti per la registrazione delle prossime scene sarebbero gli stessi che sono in isolamento, per cui il Centro di Produzione della Rai di Napoli ha dovuto optare per un cambio di volti noti.

Ma c’è anche da ben sperare per i due attori risultati positivi al coronavirus, che si sono sottoposti a un test rapido e ora sono in attesa del responso del tampone molecolare. Considerando che l’attendibilità dei test rapidi sia nettamente inferiore a quella dei tamponi molecolare, sì può ancora sperare che sia un falso allarme.

Potrebbe anche interessarti