Pasqua, De Luca: “Se ci diamo alla pazza gioia fra un mese dobbiamo richiudere tutto”

Il Presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca, ha sollecitato la cittadinanza ad osservare comportamenti responsabili nel periodo di Pasqua per evitare ulteriori chiusure.

De Luca: “Se ci diamo alla pazza gioia a Pasqua chiuderemo tutto”

Innanzitutto ha chiarito la questione del passaporto vaccinale: “Abbiamo già consegnato 170.000 schede. Dietro c’è un microchip se si appoggia su un qualunque cellulare si ottiene l’informazione sull’avvenuta vaccinazione. Questo per evitare imbrogli. Abbiamo fatto la gara per 4 milioni di tessere. A Bruxelles stanno ancora discutendo, così anche in Italia. Noi vi chiediamo scusa ma stiamo procedendo per fatti nostri e le abbiamo già prodotte”.

“Questo ci servirà per ampliare le attività pubbliche e sociali e ritornare quanto prima alla vita normale. Ci pare una cosa utile, sarebbe bene farlo per tutta Italia. Non ci sono problemi di privacy, non ci sono problemi di niente, col microchip si ha solo la notizia sull’avvenuta vaccinazione”.

Quanto all’ordinanza pubblicata di recente: “Nel frattempo abbiamo autorizzato nei mercati la vendita per alimentari per i florovivaisti. Abbiamo avuto per 10 giorni oltre 2.000 positivi. Abbiamo auto misure restrittive per evitare che si aprisse per 48 ore un’attività e si chiudesse poi per due mesi. Abbiamo avuto un leggero calo di positivi e questo ci ha consentito di riaprire le vendite nei mercati a patto che i Comuni garantiscano accessi separati e controllino sugli assembramenti possibili”.

Il Presidente ha commentato anche le proteste che hanno caratterizzato queste ultime settimane: “Non c’è bisogno di fare manifestazioni o cortei, i problemi li conosciamo. Quando decidiamo di riaprire è perché si sono create le condizioni per farlo non perché qualcuno ha premuto o minacciato”.

Infine, sulle festività imminenti: “Cerchiamo di essere responsabili nel periodo di Pasqua se ci diamo alla pazza gioia in una settimana fra un mese e mezzo dobbiamo richiudere tutto. Allora cerchiamo di essere responsabili, stringiamo i denti ma cerchiamo di capire che qualche sacrificio in più ci serve per poter aprire ma per sempre, non aprire e chiudere che è il meccanismo delle mezze misure seguito dal Governo precedente che ha esaurito gli italiani e le categorie economiche”.

Potrebbe anche interessarti