Via libera ai concorsi pubblici: queste le nuove modalità di svolgimento

Concorsi pubblici

Via libera ai concorsi pubblici in presenza dal 3 Maggio 2021. Il decreto Legge approvato il 31 Marzo, in vigore fino al 30 Aprile, prevede nuove misure per lo svolgimento dei concorsi pubblici. Saranno offerti circa 125.000 posti di lavoro in tutta italia per il personale della Pubblica amministrazione. Nel decreto è previsto, per evitare spostamenti, il decentramento delle sedi di concorso. Ciò significa che, per limitare gli spostamenti, ogni regione avrà la propria sede per lo svolgimento del concorso.

Tra i concorsi fermi dallo scorso Marzo, oltre che quelli per entrare nelle forze armate, ci sono anche dei bandi di selezione regionale per gli infermieri. Ma il più atteso è sicuramente il maxi concorso scuola 2021, precedentemente previsto per la fine dello scorso ottobre, ma sospeso.  Il concorso è volto all’assunzione del personale di ogni ambito del comparto scuola.

Articolazione delle prove e misure anti-contagio per i concorsi pubblici

La situazione emergenziale ha naturalmente bloccato anche i concorsi pubblici, che devono essere svolti obbligatoriamente in presenza. In particolare, ci sarà una selezione preliminare per titoli. Successivamente, ogni candidato dovrà svolgere una prova scritta in presenza ed una prova orale a distanza. Come riporta il comunicato stampa sul sito del governo, la prova orale non sarà obbligatoria per il personale da selezionare per la situazione emergenziale. Le prove scritte saranno semplificate e dureranno un’ora.

Per accedere ai locali dove saranno svolti i concorsi, occorre il test antigenico negativo, oltre che, naturalmente, indossare la mascherina. Sarà garantito il distanziamento sociale e ci saranno percorsi diversi in entrata ed uscita, per limitare gli assembramenti possibili. Sarà garantito il costante ricambio d’aria.