Vaccino Johnson, mescolati per sbaglio gli ingredienti di AstraZeneca: rovinate 15 milioni di dosi

vaccinazioni coronavirus scuola

A pochi giorni dall’arrivo del vaccino Johnson, a causa di un errore di laboratorio sarebbero andate perse ben quindici milioni di dosi. A renderlo noto è il ‘New York Times’.

Johnson, errore in laboratorio: perse 15 milioni di dosi

In una fabbrica della EmergentBioSolutions di Baltimora, sede che produce sia il farmaco di AstraZeneca che della Johnson&Johnson, sarebbero stati mescolati per errore gli ingredienti dei due vaccini diversi. La fusione accidentale sarebbe avvenuta per un errore umano dei dipendenti.

Circa 15 milioni di dosi sarebbero attualmente rovinate costringendo le autorità di regolamentazione a ritardare l’autorizzazione delle linee di produzione dell’impianto. Uno spiacevole evento che potrebbe sfociare in un ulteriore rallentamento della campagna, considerando che proprio da quello stabilimento sarebbero dovute partire le consegne di decine di milioni di dosi. Non sono da escludere nemmeno ulteriori ritardi nella distribuzione.

L’arrivo del vaccino Johnson&Johnson in Italia è previsto per il 16 marzo, così come reso noto dal Presidente del Consiglio Regionale della Liguria, Gianmarco Medusei. Il nuovo farmaco si differenzia dagli altri finora utilizzati per il fatto che necessita di una sola dose. A ciò si aggiunge la facilità di somministrazione che potrebbe rendere i medici di famiglia parte attiva della campagna di somministrazione.

Intanto si fa già strada l’avvento di un quinto vaccino: il candidato russo Sputnik. In particolare, in Campania, il Presidente De Luca ha già avviato una trattativa di fornitura con l’azienda produttrice. Le dosi arriverebbero a seguito del pronunciamento dell’Ema o dell’Aifa.

Potrebbe anche interessarti