Covid Campania, calo di decessi e TI occupate: si spera nella zona arancione

La Campania, dopo quasi un mese in zona rossa e terminate le vacanze pasquali dovrebbe ritornare in zona arancione. Per la seconda settimana consecutiva i dati sono in netto miglioramento e parlano chiaro: il virus è ancora pericolosamente in circolo ma sta scemando lentamente.

Confrontando i bollettini dal 25 marzo a ieri 1 aprile, in Campania i nuovi positivi sono +9.111, numero leggermente superiore rispetto alla scorsa settimana (+9.098). Rimanendo comunque alto e preoccupante, cala il numero dei decessi: negli ultimi giorni si sono registrate 229 vittime causa covid contro le 245 della scorsa volta. Anche le terapie intensive si svuotano, con un netto calo di 8 posti liberi. Continua ad impressionare il numero dei guariti (+12.234) per la seconda settimana consecutiva in netto vantaggio rispetto ai nuovi casi covid.

Con questi numeri oggi la Cabina di regia dovrebbe collocare, dal prossimo martedì 6 aprile, la Campania in zona arancione. Nella fascia media di rischio si potrà circolare liberamente nel proprio comune senza dover esibire nessuna auto certificazione e quindi i negozi potranno respirare una boccata di ossigeno. Sempre chiusi invece bar e ristoranti. adibiti solamente ad asporto e delivery.

A confermare il possibile passaggio della Regione in zona arancione ci ha pensato anche il Presidente De Luca durante la trasmissione Porta a Porta: “Per la verità siamo abbastanza sereni. I due dati che misurano il livello dell’epidemia sono numero di decessi e di terapie intensive occupate. Per quello che ci riguarda abbiamo una condizione che ci fa stare fiduciosi a condizione ovviamente che non perdiamo il senso della responsabilità e della misura“.

Potrebbe anche interessarti