Addio a Carmine, carabiniere stroncato dal covid a 57 anni: “Era un ragazzo d’oro”

Il covid miete un’altra vittima tra le forze dell’ordine: si tratta di Carmine La Falce, un 57enne molto conosciuto a Castellammare di Stabia e Gragnano, che prestava servizio come carabiniere.

Covid, addio al carabiniere Carmine La Falce: aveva 57 anni

Dopo esser risultato positivo al covid, per l’uomo si è reso necessario il ricovero in ospedale. Nel corso degli ultimi giorni le sue condizioni si sono aggravate fino a giungere al tragico epilogo. Un lutto che ha scosso l’intera comunità e tutti coloro che lo hanno conosciuto in vita.

Alcuni dei suoi amici hanno affidato il proprio dolore ai social. Tra questi Vincenzo che scrive: “Squilla il telefono e ti danno una notizia che mai avresti voluto ricevere. Carmine La Falce non è riuscito a sconfiggere il covid. Carmine era un ragazzo sempre con il sorriso, sempre disponibile, un ragazzo d’oro. In un attimo ripercorri l’infanzia passata insieme. Riposa in pace amico mio”.

Ad esprimere il proprio cordoglio per la dipartita dell’uomo è lo staff del Poligono di Tiro di Castellammare di Stabia: “Tutti noi ci stringiamo al dolore della Famiglia per la perdita del nostro caro amico e tiratore Carmine. Resterai sempre nei nostri cuori”.

Di qui il messaggio del Presidente della TSN Stabia: “La Sezione di Castellammare partecipa al dolore della famiglia La Falce per la perdita del nostro socio e amico carabiniere Carmine. Sentite condoglianze”.

Soltanto poche settimane fa l’arma dei carabinieri ha dovuto dire addio a Baldassarre Nero, giovane maresciallo stroncato dal covid. A circa dieci giorni dal figlio, ieri è giunta notizia della morte di suo padre Agostino, anche lui deceduto dopo aver contratto il virus.

Potrebbe anche interessarti