Somma, volontari assistono anziana malata di Covid e Parkinson: “Non la lasciamo sola”

A Somma Vesuviana, il team della Misericordia, che ogni giorno opera a bordo dell’Ambulanza territoriale, è giunto in soccorso di un’anziana, affetta da covid e malata di Parkinson. A raccontarlo è Salvatore, giovane volontario, accorso in suo aiuto.

Somma Vesuviana, Ambulanza della Misericordia soccorre anziana affetta da Covid e Parkinson

Queste le sue parole: “Siamo intervenuti per aiutare una signora anziana che oltre ad essere positiva al covid, purtroppo è anche malata di Parkinson. Ha una patologia molto grave quindi abbiamo effettuato un controllo sulla saturazione, le abbiamo portato l’ossigeno e la monitoriamo giorno per giorno. Non la lasciamo sola, almeno una volta al giorno ci rechiamo lì per verificare il suo stato di salute”.

Un servizio voluto dall’amministrazione Di Sarno che ha allestito al piano terra del Palazzo Municipale, una piccola sala operativa. Tutti coloro i quali hanno necessità sanitarie legate al Covid possono chiamare il numero verde 800 – 26 – 1487, dalle ore 12 alle ore 24, tutti i giorni, inclusi sabato e domenica. Alla chiamata risponderà un operatore per un colloquio medico e, qualora fosse necessario, un’ambulanza con a bordo soccorritori ed infermiere si dirigerà presso l’abitazione del paziente.

Si tratta di un servizio di supporto sanitario ma anche psicologico, come ha affermato Pasquale Incarnato, Governatore della Misericordia ‘San Giovanni’ sezione di Pollena Trocchia: “Attualmente abbiamo una media di circa 10 interventi al giorno e ci stiamo concentrando anche su persone che hanno problematiche particolari come anziani e disabilità. Le necessità sono diverse come il dare conforto, una parola di serenità. Per queste persone anche avere un qualcuno che possa prendere loro un farmaco è oggi fondamentale”.

Lo scorso novembre i volontari avevano salvato la vita ad un’altra anziana, i cui parametri vitali non rispondevano. Ricoverata d’urgenza, oltre al covid, la donna aveva anche un ictus in corso. Anche in quel caso il team monitorava costantemente le sue condizioni.

Una vera e propria ‘ambulanza della solidarietà’ che, proprio in quell’occasione, ha ricevuto un messaggio di sostegno da parte di Pierpaolo Sileri, attuale Sottosegretario di Stato al Ministero della Salute del Vice. “Quel giorno eravamo stremati ma trovammo la forza dal fatto che gli altri credevano in noi. Somma Vesuviana ha creato un modello innovativo perché nessun Comune si è dotato di un servizio basato su questa tipologia di intervento” – prosegue Incarnato.

L’obiettivo del sindaco Salvatore Di Sarno resta quello di dare una spinta alla campagna vaccinale: “E’ stata firmata la convenzione tra Curia e Asl grazie alla quale la prima ha concesso in comodato d’uso gratuito i locali del Centro di Formazione Caritas in via Trentola, località Rione Trieste. Dunque luoghi dove si lavora sull’inclusione sociale lavorativa di giovani in detenzione alternativa, diventeranno Polo Vaccinale. Siamo dinanzi ad un evento nuovo”.

“Purtroppo siamo dinanzi alla burocrazia italiana e il Polo Vaccinale non è stato aperto. La speranza è che questa apertura, inizialmente annunciata per i giorni scorsi, avvenga quanto prima. Solo accelerando con le vaccinazioni riusciremo ad uscire da questa pandemia. In questi ultimi tre giorni Somma Vesuviana ha registrato 29 nuove positività, oltre alla ventisettesima vittima”.

Potrebbe anche interessarti