Campania, oltre 24.000 dosi in un giorno: quasi 300.000 cittadini verso l’immunità

La Regione Campania, come di consueto, anche oggi, 13 aprile 2021, ha diffuso il bollettino relativo alle vaccinazioni anti-covid effettuate. Complessivamente sono stati vaccinati con la prima dose 827.238 cittadini. Di questi 296.221 hanno ricevuto la seconda dose. Le somministrazioni effettuate sono state, in totale, 1.123.459. Rispetto a ieri, dunque, sono state inoculate altre 24.431 dosi.

Campania, bollettino del 13 aprile 2021: le vaccinazioni effettuate

Il maggior numero di vaccinazioni riguarda la categoria degli over 80 con 323.837 persone vaccinate. Di queste 130.216 hanno ricevuto anche la seconda dose. La percentuale di vaccinazioni, sulle adesioni pervenute, sale al 78,82% con il 67,25% che ha completato entrambe le somministrazioni.

La percentuale di adesioni più alta riguarda il personale sanitario, con il 99,20% di dosi effettuate sulla base delle adesioni pervenute. Sembra, dunque, proseguire con successo l’obiettivo di rendere sicuri gli ospedali campani, con il 91,48% di sanitari che ha completato l’immunizzazione.

Numeri alti anche per il personale scolastico e universitario, dove sono state portate a termine 146.963 vaccinazioni ma quasi tutte limitate alla sola prima dose (a ricevere la seconda sono stati soltanto 3.603 soggetti). Situazione simile per le forze dell’ordine con 29.362 vaccini effettuati, con 991 seconde dosi inoculate. Anche per i soggetti fragili continua la campagna contando 133.429 vaccinazioni con 3.901 seconde dosi.

Vaccini in Campania – Il bollettino di ieri

La Regione chiarisce: “In riferimento alla card allegata, le ultime tre voci del bollettino vaccinazioni (Anni 70-79, Convivente-caregiver, Personale esterno strutture sanitarie) sostituiscono la vecchia voce ‘Altro’. Nella voce ‘Personale esterno alle strutture sanitarie’ vengono compresi, secondo le indicazioni nazionali che puntano agli ospedali Covid free, tutti i lavoratori delle ditte esterne fornitrici di servizi alle strutture sanitarie (a titolo esemplificativo si citano: pulizie, guardiania, mensa, lavaggio, manutenzione degli impianti)”.

“Si ricorda altresì che per molte categorie è ancora aperta la piattaforma per le adesioni. La percentuale dei vaccinati varia dunque in relazione alle adesioni ricevute. Anche in virtù di un aumento numerico delle somministrazioni potrebbe esserci un decremento in termini percentuali dovuto quindi all’aumento delle adesioni”.

Anche oggi prosegue il lavoro degli addetti all’interno dei centri vaccinali. Nonostante il rischio di esaurimento scorte, la campagna è ripresa regolarmente anche per la giornata odierna.

Potrebbe anche interessarti