Covid a Procida, un intero plesso in quarantena: oltre 70 bambini e 15 docenti

A seguito di alcune positività al covid riscontrate, l’Asl Napoli 2 Nord ha disposto la misura della quarantena per circa 70 bambini, 15 docenti e 3 collaboratori scolastici della scuola dell’infanzia Capraro di Procida fino al 26 aprile 2021. Allo stesso tempo l’istituto ha comunicato la conclusione delle procedure di sanificazione all’interno dell’intero plesso scolastico.

In quarantena un plesso della Scuola Capraro di Procida

Una situazione che il sindaco, Dino Ambrosino, rivolgendosi all’Ansa, ha commentato in questo modo: “Lo Stato ha deciso di tenere le scuole aperte anche nelle zone rosse. La conseguenza inevitabile è che la circolazione del virus determina la sospensione delle attività per tante classi. Valuterò la possibilità di sospendere completamente le lezioni in presenza se il contagio dovesse riguardare un numero elevato di alunni”.

Qualche giorno fa il primo cittadino era intervenuto per tranquillizzare la cittadinanza chiarendo il fatto che si tratta semplicemente di una misura precauzionale: “Non c’è nessun particolare focolaio presso le scuole. La preside, insieme a tutti gli organismi di riferimento, ha stabilito di chiudere il plesso centrale ma questa è una misura di prudenza. Non c’è nessun focolaio”.

“Tutti i nominativi delle persone risultate positive al covid non sono legate necessariamente al mondo della scuola se non in pochissimi casi. Il plesso centrale resterà chiuso perché c’è stato il rischio di un contatto da parte di un collaboratore scolastico. Si stanno facendo tutti gli accertamenti del caso e in maniera cautelativa la dirigente ha deciso di chiudere il plesso”.

“Siamo in uno stato che possiamo definire di guerra. Più volte abbiamo ribadito che sarebbe bastato semplicemente un caso di striscio per mandare in apprensione tutto il mondo scolastico. E adesso, in effetti, ciò si è verificato. Purtroppo temo che continuerà a ripetersi questa situazione anche in altri casi se il virus non smette di circolare”.

Potrebbe anche interessarti