Pass Vaccinale, De Luca: “Noi abbiamo già consegnato 250.000 card ai cittadini”

de luca carta vaccino

In vista delle riaperture annunciate, si fa sempre più concreta l’idea di introdurre un pass per gli spostamenti, simile alla card vaccinale già lanciata dal Presidente della Campania, Vincenzo De Luca.

Pass vaccinale, De Luca: “Da noi già consegnate 250.000 card”

Proprio quest’ultimo, rifacendosi ad un articolo che illustra la card già distribuita in Campania, ha commentato: “La Regione Campania da oltre due mesi ha già lanciato l’iniziativa. Ad oggi sono state già consegnate 250.000 card ai cittadini campani che hanno avuto la seconda dose di vaccino. La consegna continua”.

Lo stesso Presidente, nel corso del consueto aggiornamento alla cittadinanza, aveva presentato le funzionalità dell’attestato vaccinale. Di recente, inoltre, ha annunciato: “Questo strumento può aiutarci a riaprire cinema, ristoranti, musei, centri sportivi. Potremmo, nel giro di non molte settimane, avere una situazione per la quale si potrà stabilire che chi ha la tessera potrà avere una vita sociale più ampia”.

Dunque il pass distribuito ai cittadini campani che hanno completato il ciclo vaccinale, dovrà essere esibito all’ingresso dei luoghi pubblici o per usufruire di una serie di agevolazioni: dalle prenotazioni sui treni dell’Alta Velocità all’ingresso rapido negli ospedali, senza necessariamente doversi sottoporre al tampone.

Anche il Premier Mario Draghi, nel corso dell’ultima conferenza, ha annunciato l’ipotesi di lanciare una simile iniziativa. Ciò soprattutto per ripristinare gli spostamenti tra Regioni che, in possesso di un attestato che certifichi l’avvenuta vaccinazione o la negatività al covid, potrebbero riprendere in sicurezza. Questo sarà strutturato sulla scia del ‘green pass’ europeo che consentirà ai membri dell’Unione Europea di viaggiare liberamente e muoversi senza restrizioni.

Il pass potrebbe dare il via libera anche alla partecipazione ad eventi culturali o sportivi, contribuendo alla ripresa del comparto economico. Intanto, le prime riaperture dovrebbero essere anticipate al 26 aprile, con il ritorno delle zone gialle per le Regioni con dati in miglioramento.

Potrebbe anche interessarti