De Luca annuncia: approvato un atlante di 478 spazi all’aperto per gli spettacoli

Il Presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca, nel corso del consueto aggiornamento alla cittadinanza ha comunicato l’imminente ripartenza del comparto dello spettacolo e della cultura.

De Luca, spettacolo e cultura: “Approvato un atlante degli spazi all’aperto”

“Abbiamo approvato una cosa bellissima, un atlante degli spazi all’aperto. Con il lavoro della nostra società Scabec abbiamo individuato centinaia di spazi all’aperto nei quali si possono fare eventi teatrali, spettacolari, culturali. Una cosa unica in Italia. Abbiamo individuato tutti gli spazi nei quali poter rilanciare attività di spettacolo e culturali in genere in condizioni di sicurezza. Abbiamo individuato 63 giardini, 226 piazze, 40 luoghi naturali, 149 tra aree archeologiche, parchi e spazi vari”.

“Nell’atlante che sarà pubblicato sul sito della Regione, specifichiamo anche le caratteristiche di questi spazi: se ci sono forniture idriche, elettriche, servizi igienici, parcheggi, vie di fuga. Abbiamo fatto un lavoro enorme per fornire a tutto il mondo dello spettacolo e della cultura, fortemente penalizzato ormai da un anno, la possibilità di lavorare in condizioni di sicurezza. Mi pare una cosa molto bella e utile”.

La Campania darà il via ad una serie di iniziative per la commemorazione di Enrico Caruso: “Stiamo preparando l’anniversario della scomparsa di Enrico Caruso. Stiamo preparando una stagione di belle iniziative nel campo della musica, della lirica, teatro, cinema. Coinvolgeremo il Comune di Sorrento, i luoghi nei quali ha vissuto e lavorato, Napoli, Salerno, i posti d’Italia nei quali è stato presente. Sarà quasi un mese di belle e grandi iniziative”.

Infine, ribadisce la necessità di mantenere alta la guardia: “Le fasce, le contro fasce, i colori ma siamo nelle mani del Signore come è del tutto evidente. L’elemento di maggiore protezione su cui possiamo contare è il nostro senso di responsabilità. Stiamo attenti. Se immaginiamo che si apra la libera uscita per tutti ci giochiamo la stagione estiva e riavremo la chiusura dell’Italia”.

“Alcuni di quelli che fanno ammuina in questo momento e polemizzano con il Governo sono quelli che hanno la responsabilità di aver fatto riemergere il contagio a settembre dello scorso anno. Volevano aprire tutto poi a settembre abbiamo pagato tutta l’allegria che ci siamo consentiti nei mesi precedenti. Ora abbiamo i vaccini, per quanto sgangherata sia la campagna e irresponsabile la gestione dell’approvvigionamento di nuovi vaccini. C’è una situazione diversa rispetto a un anno fa ma abbiamo ancora 400/500 morti al giorno. Quindi nessun rilassamento”.

“Ieri ho parlato con l’Ambasciatrice dell’India, non sapevo neanche io che l’India è un Paese grandissimo produttore di vaccini. Pfizer viene prodotto in larga misura in India. Potremmo approvvigionarci anche con l’India. Per Sputnik ancora nessuno fa niente, senza dosi aggiuntive saremo sempre in difficoltà. Il Governo italiano dorme”.

“In questa situazione cerchiamo di mantenerci prudenti e responsabili. Uso della mascherina, nessun assembramento, nessuna festa privata pensando di prendere in giro chissà chi perché prendiamo in giro noi stessi e i nostri figli. Vi chiedo di essere rigorosi e avere il massimo senso di responsabilità”.

Infine, un commento sulla Superlega: “Volevo fare una battuta su Andrea Agnelli. Diciamo solo Dio c’è. Risulta difficile immaginare un dirigente sportivo capace di produrre un tale disastro, un atto di totale masochismo per la società che dirige. C’era una vecchia macchina prodotta dalla Fiat, la più brutta del mondo. Si chiamava la ‘Duna’. Questa iniziativa presa per la Lega dei ricchi è l’equivalente sportivo della Duna”. 

Potrebbe anche interessarti