Denise Pipitone, parla l’anonimo: “So tutto da 17 anni. Sono sicuro di quello che ho visto”

A distanza di 17 anni dalla scomparsa di Denise Pipitone iniziano ad emergere nuove piste di indagine, spianate soprattutto dall’intervento di un anonimo che, dopo aver inviato una lettera all’avvocato Frazzitta, si è rivolto al programma ‘Chi l’ha visto?’.

Denise Pipitone, l’anonimo scrive una lettera a ‘Chi l’ha visto’

“Sono 17 anni che so ma non ho parlato prima per paura” – si apre così la lettera inviata alla redazione del programma, da sempre impegnato a far luce sulla vicenda che ha portato a perdere le tracce della piccola Denise. Il mittente sembra avere le idee chiare e conferma: “Sono sicurissimo al cento per cento di quello che ho visto”.

Soltanto pochi giorni prima lo stesso anonimo aveva fatto recapitare al legale di Piera Maggio una missiva in cui rivelava dettagli del tutto inediti. Lo stesso avvocato aveva dichiarato: “Al mio studio è arrivata una lettera anonima. Voglio ringraziare la persona che l’ha scritta perché ha avuto un grande senso civico. Gli elementi che ha introdotto li stiamo riscontrando, alcuni li abbiamo riscontrati e non sono stati mai mediaticamente rivelati. Ci sarebbe una interessante credibilità da parte dell’anonimo che ha scritto”.

“Questo è l’unico mezzo con cui possiamo parlare con questa persona. Vogliamo ringraziarla per quello che ha fatto, perché anche fatto dopo 17 anni va bene, però abbiamo bisogno di un altro passo da parte sua. Non so in quale modo vorrà farlo, l’unica cosa che possiamo assicurare è la massima riservatezza. Bisogna che si faccia sentire in qualche maniera. Noi lo ringraziamo per il suo senso civico e chiediamo un ulteriore sforzo”.

Ancora una volta attraverso una lettera l’anonimo ha deciso di fare un ulteriore passo avanti, contribuendo a far luce una volta per tutte sull’esatta dinamica della vicenda. A ciò si aggiunge la disamina delle rivelazioni di Battista Della Chiave, testimone sordomuto della vicenda: secondo lui Denise sarebbe stata rapita da due uomini e portata via in barca.

Potrebbe anche interessarti