Dona tutti i suoi risparmi all’Ospedale pediatrico Santobono: il gesto del piccolo Michele

l'Ospedale pediatrico Santobono
Disegno del piccolo Michele

A pochi giorni dalla Prima Comunione decide di festeggiare con una donazione diretta all’Ospedale pediatrico Santobono. Il gesto di grande umanità arriva da un piccolo bimbo napoletano, Michele, che offrendo il suo gruzzoletto, messo da parte nel tempo, ha conferito al sacramento un significato che va ben oltre l’aspetto spirituale.

A raccontare la sua storia è la pagina Facebook SOS-Sostenitori Ospedale Santobono. Un’ azione di fratellanza e sostegno: “donate al Santobono ai bambini per la loro salute” scrive sul disegno che accompagna l’offerta, per sensibilizzare e invitare noi tutti a fare lo stesso.

Il piccolo ha rappresentato un bambino che si dondola su di un’altalena, guardando l’orizzonte, affiancato da un monitor regolatore del battito cardiaco, con scritto in caratteri cubitali la parola ‘SALUTE’. Questo a voler rafforzare l’idea di speranza e pronta guarigione per i giovani pazienti.

L’Ospedale pediatrico Santobono, riconosciuto come eccellenza del Sistema Sanitario Pubblico in Campania, ha da pochi giorni dato valore del proprio operato celebrando la riuscita del primo trapianto in Italia di cute autologa bioingegnerizzata e primo al Mondo in un Neonato.

La collaborazione tra l’UOSD Chirurgia Plastica e Centro Spoke Regionale Ustioni Pediatrico hanno così raggiunto il primato mondiale. Riconoscimento di merito in particolare al vice presidente, il Dott. Marcello Zamparelli, che ha diretto la delicata operazione. “L’orgoglio é soprattutto di sapere che al Santobono c’è l’eccellenza dei medici a prendersi cura dei nostri bambini”. 

 

 

 

Potrebbe anche interessarti