Napoli, a 59 anni continua a cercare la madre biologica: “Ti aspetto a braccia aperte”

Il programma ‘Chi l’ha visto’ ha raccontato la storia di Francesco, un 59enne originario di Napoli desideroso di conoscere le proprie origini che si è rivolto alla trasmissione per ritrovare la sua madre biologica.

A ‘Chi l’ha visto’ l’appello di Francesco: nacque a Napoli e sta cercando sua madre

L’uomo è nato il 14 gennaio 1962 all’ospedale Ascalesi di Napoli, nel cuore del quartiere Forcella. Due giorni dopo fu trasferito al vicino brefotrofio dell’Annunziata, la Real casa dei bambini abbandonati. Nel luglio dello stesso anno, un operaio e sua moglie adottarono il piccolo, crescendolo con amore fino alla morte.

Francesco, a soli 13 anni, rimase orfano di entrambi i genitori. Una volta diventato adulto, fu uno zio a metterlo a conoscenza del suo passato, facendo crescere in lui la voglia di ritrovare la sua madre biologica. Così riuscì a recuperare i suoi documenti di nascita e la cartella clinica, avvicinandosi un po’ di più alla donna che lo aveva portato in grembo.

Fu così che scoprì che la mamma all’epoca aveva soli 19 anni e lo aveva allattato dal giorno della nascita fino al 15 febbraio. Nonostante siano trascorsi quasi 60 anni da allora, Francesco non ha mai perso la speranza di riabbracciare quella donna. Proprio a lei, durante la trasmissione, ha rivolto il suo appello: “Io mi sento come un libro iniziato a leggere a pagina 20, mi manca tutto l’inizio. Io posso anche continuare a leggere quel libro ma mi son perso la parte iniziale, il prologo che magari è fondamentale poi per tutta la storia”.

“Sto cercando mia madre biologica. Mamma se sei in ascolto, so che quando mi hai avuto avevi 19 anni e sono stato il tuo primo figlio. So che mi hai allattato per un mese e dopo non ho saputo più nulla di te. Se vuoi rinunciare all’anonimato sappi che io sono qui ad aspettarti a braccia aperte”.

Potrebbe anche interessarti