SMCV/ Massacrarono un uomo per una banale lite in strada: chi sono gli aggressori

carabinieri

I Carabinieri della Stazione di Santa Maria Capua Vetere, in provincia di Caserta, hanno disposto la misura degli arresti domiciliari nei confronti di due uomini per aver aggredito un 47enne a seguito di una banale lite sfociata per motivi di viabilità.

Santa Maria Capua Vetere, agli arresti domiciliari due ragazzi: aggredirono un 47enne per motivi di viabilità

I fatti risalgono alla serata del 27 marzo quando i due, rispettivamente di 23 e 26 anni, a bordo della propria autovettura inseguirono il 47enne, a seguito di un diverbio connesso a questioni di viabilità nel centro abitato. Cercarono di speronare l’uomo fino a convincerlo a fermarsi per poi minacciarlo di morte. Non solo violenza verbale ma anche fisica: la vittima fu colpita ripetutamente alla testa, al viso e all’addome. Le percosse, unitamente alla caduta sul suolo, gli procurarono una frattura del gomito destro.

Gli agenti sono riusciti a ricostruire l’esatta dinamica della vicenda servendosi delle telecamere di videosorveglianza della zona. Per tale ragione nel pomeriggio di ieri, 7 giugno 2021, hanno dato esecuzione ad un’ordinanza applicativa della misura cautelare degli arresti domiciliari nei confronti del 23enne e del 26enne, entrambi sammaritani. Sono gravemente indiziati dei reati di lesioni personali aggravate e violenza personale aggravata. Il provvedimento è stato emesso dall’Ufficio Gip del Tribunale di Santa Maria Capua Vetere, su richiesta della Procura.

Potrebbe anche interessarti