Sparatoria Ibiza, lo chef napoletano Antonio Amore migliora: uscito dal coma

Buone notizie dalla Spagna, lo chef napoletano, Antonio Amore, migliora. Non ha più bisogno della respirazione assistita. Il 28enne gravemente ferito in una sparatoria in una villa a Ibiza nella notte tra il 4 e il 5 giugno scorso, è dichiarato fuori pericolo.

L’ospedale, il Policlinico Nuestra Señora del Rosario, dove è ricoverato in Terapia Intensiva, come riporta il locale Periodico De Ibiza, ha diffuso il bollettino per dire che il ragazzo ha ripreso a respirare da solo, è stato risvegliato dal coma farmacologico e anche le ferite alla gamba migliorano.

Il 33enne Michele Guadagno, accusato del ferimento, anche lui napoletano, dopo un tentativo di fuga si è consegnato alla Guardia Civil il 6 giugno. Ancora non sono chiari i motivi del litigio ma alla base ci sarebbe il movente passionale.

La sparatoria avvenuta ad Ibiza

Secondo quanto raccontato dai testimoni, la notte tra il 4 e il 5 giugno, durante una festa in una villa privata ad Ibiza, degli uomini armati avrebbero fatto irruzione e avrebbero aperto il fuoco. Obiettivo era lo chef napoletano di 28 anni che è stato raggiunto da sei pallottole. Finito in gravi condizioni all’ospedale ha lottato per giorni tra la vita e la morte. Il 6 giugno, il 33enne, si sarebbe costituito.

Potrebbe anche interessarti