Caserta, l’Ospedale Sant’Anna e San Sebastiano è covid free: riaprono i reparti

covid free Sant'Anna

In Campania, come nel resto d’Italia, scendono i casi di persone positive al covid. Questo si traduce anche in un minor numero di posti occupati negli ospedali (518 nei reparti ordinari e 43 in quelli di terapia intensiva). Una buona notizia che porta alla chiusura dei reparti dedicati a curare questo virus.

L’Ospedale Sant’Anna e San Sebastiano è covid free

L’ultimo in ordine di tempo a diventare covid free è l’Ospedale Sant’Anna e San Sebastiano di Caserta. In una nota, il direttore generale Gaetano Gubitosa spiega:

Da ieri il ‘Sant’Anna e San Sebastiano’ non ospita più pazienti Covid positivi. E’ risultata negativa anche l’ultima paziente ricoverata presso l’area dedicata della l’Unità Operative Complessa di Ginecologia. Da oggi vengono riattivati anche i posti letto di degenza ordinaria delle Unità di Pneumologia e Malattie Infettive, nei mesi scorsi messi a disposizione esclusivamente dei pazienti positivi al coronavirus. Viene completata così la ripresa dell’offerta clinico-assistenziale, garantita dall’azienda ospedaliera di Caserta nel periodo pre-pandemia“.

Nei giorni scorsi era arrivata la sospensione dell’attività all’ospedale modulare dove erano situate le terapie intensive. Alcuni infermieri avevano girato un video, diventato virale sui social.

Con la loro chiusura, la direzione dell’ospedale ha potuto impiegare i professionisti al ripristino dell’Unità operativa complessa di anestesia e rianimazione, che ritorna alla sua normale funzionalità, e ha potuto potenziare le sedute operatorie consentendo una implementazione dell’offerta chirurgica. Non ci sono parole per ringraziare tutto il personale sanitario per l’impegno e i sacrifici con cui si sono adoperati in questi mesi“.

I pazienti positivi verranno ora accettati al Pronto Soccorso ma poi trasferiti negli altri ospedali dell’Asl di Caserta ancora destinati al Covid. Un alto ospedale, il Ruggi di Salerno, la scorsa settimana era stato dichiarato covid free. Segno che la seconda ondata è ormai terminata.

 

Potrebbe anche interessarti