Via le mascherine e riaprono anche le discoteche. Dal Ministero: “Tornano in attività”

Con il passaggio di quasi tutte le Regioni in zona bianca, in Italia si fa sempre più concreta l’idea di avviare la riapertura delle discoteche entro il mese di luglio. A confermarlo è stato il sottosegretario alla Salute, Andrea Costa.

Riapertura delle discoteche a luglio: lo conferma Andrea Costa

Intervenuto durante la trasmissione radiofonica ‘Non Stop News’, su RTL 102.5, il sottosegretario Costa ha rivelato: “Ho appena avuto un colloquio sull’apertura delle discoteche con il ministro Speranza. Questa settimana indicheremo una data in cui le discoteche potranno tornare a fare le loro attività. Questo settore ad oggi è rimasto l’unico senza avere una prospettiva e credo sia dovere della politica dare una risposta anche a questo”.

Il via libera dovrebbe scattare già dal prossimo mese: “Entro i primi dieci giorni di luglio le discoteche potranno aprire e credo che possa essere applicato anche il criterio del green pass“. Dunque, l’accesso ai luoghi per eccellenza del divertimento potrebbe essere subordinato al possesso dell’attestato nazionale, valido dal 1 luglio.

Quest’ultimo non sarà rilasciato soltanto ai vaccinati. Il pass, infatti, copre tre diversi tipi di certificati: quello che attesta l’avvenuta vaccinazione o guarigione dal covid, oltre al referto che conferma la negatività ad un tampone effettuato nelle 48 ore precedenti.

Abolito anche l’obbligo di mascherina così come confermato da Costa: “I dati dell’epidemia e del piano vaccinale, che vede oltre la metà degli italiani aver ricevuto la prima dose, è un quadro che ci permette di prendere questa decisione: dal 28 giugno basta mascherine all’aperto, e credo sia un segnale importante di fiducia nei cittadini, che hanno rispettato da oltre un anno e mezzo restrizioni e libertà soppresse”.

Sulla possibilità di liberarsi dai dispositivi di protezione l’unica Regione ad essere ancora in bilico è la Campania. Il Presidente De Luca, infatti, nel corso del consueto aggiornamento del venerdì, aveva già annunciato la volontà di estenderne l’obbligo sul tutto il territorio regionale anche nel periodo estivo.

Potrebbe anche interessarti