VIDEO. Torna a cantare Liberato, nuova hit con Ghali e J Lord dal titolo ‘Chiagne ancora’

ghali liberato
Foto instagram Ghali

Si chiama ‘Chiagne ancora’ (piangi ancora) ed è il nuovo singolo di Ghali che vede la partecipazione di Liberato e J Lord. Il brano è stato presentato dal rapper, nato nel quartiere periferico di Baggio (Milano), attraverso i suoi profili social. Con lui in ‘Chiagne Ancora’ si sente la voce inconfondibile di Liberato (la cui identità dopo anni è ancora sconosciuta) e di un altro rapper, J Lord nato in Ghana ma cresciuto a Casoria.

GHALI CON LIBERATO E J LORD IN CHIAGNE ANCORA

Come scritto da Ghali in un post su Instagram:

King del quartiere non puoi esserlo senza il supporto e la fiducia della propria gente che ti ha visto crescere e che con te è cresciuta. Grazie per avermi aspettato. Sono troppo felice di condividere con voi questo pezzo di noi e spero sentiate le emozioni che proviamo noi ascoltandolo. Grazie Liberato, sono onorato di averti con me in questo viaggio. Si è assurdo fratm’. Grazie J Lord, sei senza tempo ed età, una sveglia per queste strade. Grazie ad @avamvsic e @mojobeatz17 per il groove, grazie al mio team come sempre. Finalmente Chiagne Ancora è di tutti, continuate a supportare e a far girare che le sorprese non sono ancora finite“.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da GHALI (@ghali)

Le voci dei tre si fondono in un’unica armonia con il ritornello cantato in lingua napoletana da Liberato. Come spiegato da Ghali in un’intervista di qualche mese fa:

“Sentito il ritornello mi sono immaginato subito la voce di Liberato artista che stimo moltissimo. Mi suggestionava questo allineamento dei pianeti fra Baggio e Napoli”.

Il giovane J Lord (classe 2004), scrive invece su Instagram:

Nu bastard comme me nun s’annammora maje… Chiagne Ancora fuori ovunque“.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da J LORD (@___jlord___)


Più laconico il commento di Liberato:

LIBERATO CANTA ANCORA 🌹💧🌹”.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da LIBERATO (@liberato1926)

Potrebbe anche interessarti