Speranza: “Siamo messi meglio di prima ma non possiamo pensare che sia finita”

Il Ministro della Salute Roberto Speranza ha messo in guardia gli italiani sull’importanza di rafforzare la campagna di vaccinazione, soprattutto con l’avanzare della variante Delta. Speranza si è recato a Napoli per un incontro con il candidato sindaco Gaetano Manfredi, ex Ministro dell’Università, a margine del quale ha rilasciato alcune dichiarazioni sulla situazione attuale dell’emergenza covid.

Queste le parole del Ministro riportate dall’Adnkronos: “Siamo messi meglio di prima, i numeri sono chiari. Avevamo 30mila persone in ospedale, ora ce ne sono poco più 2mila, avevamo quasi 4mila in terapia intensiva e ora poco più di 300.

Sono numeri molto molto chiari, anche i decessi sono crollati ma fino a che non ci saranno zero decessi la battaglia non sarà vinta. Ma non possiamo pensare che sia finita, nonostante questi numeri. Riteniamo che ci sia bisogno di fare un lavoro coordinato a livello internazionale per seguire con grandissima attenzione l’evoluzione della variante Delta e di tutte le altre varianti.

Roberto Speranza ha quindi sottolineato come il nostro paese stia investendo il più possibile non solo sul sequenziamento e sul tracciamento, ma anche sulla campagna vaccinale. “L’Italia sta facendo una grande campagna di vaccinazione. Negli ultimi due giorni, per due giorni di fila, abbiamo fatto circa 50mila somministrazioni in 24 ore. E’ un risultato straordinario.

Il mio messaggio a tutti, a Napoli come in qualsiasi città d’Italia, è che dobbiamo insistere – conclude Speranza – perché il vaccino è l’unica grande arma che abbiamo per chiudere questa stagione difficile e aprirne una nuova. È un atto che ciascuno fa per sé e per la propria comunità

Potrebbe anche interessarti