Legati alla sedia con il viso rivolto al muro: così le maestre punivano i bambini dell’asilo

Un vero e proprio asilo degli orrori sarebbe stato scovato a Lettere, nella provincia di Napoli, dagli inquirenti della procura di Torre Annunziata: proprio lì le maestre avrebbero punito i bambini, di 5 anni o meno, legandoli ad una sedia. A ricostruire la vicenda è stata la giornalista Elena Pontoriero di ‘Metropolis’.

Asilo degli orrori a Lettere: bambini legati ad un sedia

Secondo la ricostruzione fornita dalla procura le punizioni sarebbero state inferte ai piccoli ospiti servendosi della cosiddetta ‘sedia camomilla’. Una forma di castigo riservata ai bambini più irrequieti nonostante la loro tenera età. Su quella sedia i piccoli sarebbero stati bloccati fissando del nastro adesivo intorno alle mani e posizionati in maniera tale da volgere il viso verso il muro.

“Bisogna fare i bravi altrimenti le maestre ti fanno sedere sulla ‘sedia camomilla’ e ci resti fino a quando non ti calmi” – con queste parole le insegnanti avrebbero minacciato quotidianamente i piccoli ospiti, facendo crescere in loro la paura di vivere quell’incubo.

Proprio dagli insoliti comportamenti dei bambini, unitamente ad episodi di incontinenza e disturbi del sonno, sarebbe venuta a galla la vicenda. Le stesse madri, infatti, avrebbero colto tali segnali di instabilità raccogliendo, poi, le testimonianze dei bimbi per presentare denuncia. Le indagini si sono mosse verso due maestre e una di loro, a seguito delle prove emerse dall’incidente probatorio, avrebbe già chiesto il patteggiamento.

Potrebbe anche interessarti