Tremano ancora i Campi Flegrei, scossa di 1.6: avvertita anche a Napoli

scossa campi flegrei
Foto Fb Figliolia

Una nuova scossa di terremoto ha interessato questa mattina la zona dei Campi Flegrei (alle 7.53). Come registrato dall’Istituto Nazionale di Vulcanologia, la magnitudo è stata di 1.6 ad una profondità di appena un km. Diverse quindi le segnalazioni di persone che hanno sentito prima un boato e poi la terra tremare.

Nel gruppo Facebook ‘Quelli della zona rossa dei Campi Flegrei’ diversi utenti hanno avvertito la scossa anche a Bagnoli e Pianura e in altri quartieri di Napoli. Scrive Mary:

Bagnoli sii e pure forte“.

Gli fa eco Felice: “Forte e chiara a Bagnoli“.

Alcuni si domandano se queste scosse siano legate alle trivellazioni. A Strasbrugo infatti una scossa di 4.4 sarebbe stata causata da alcuni test geotermici condotti nella zona simili a quelli dei Campi Flegrei. Sandro allora chiede al gruppo:

Saranno le Trivellazioni di Via Scarfoglio?“.

Come sempre ci ha pensato il sindaco di Pozzuoli, Vincenzo Figliolia, a rassicura tutti:

L’Osservatorio Vesuviano ha comunicato a questa amministrazione l’accadimento di un evento sismico di magnitudo 1,6 ±0,3 in località Agnano-Pisciarelli. Il sisma si è prodotto alle 07:54, ora locale, alla profondità di 1,4 km. L’evento potrebbe essere stato avvertito come boato dagli abitanti dell’area prossima all’epicentro. L’amministrazione ribadisce alla cittadinanza il divieto di avvicinarsi all’area di emissione di fluidi di Pisciarelli per il pericolo di emissioni di fango ad alta temperatura come da ordinanza sindacale n.33/2021. Maggiori informazioni sui fenomeni in atto e sull’evoluzione del bradisismo di sollevamento che sta interessando da diversi decenni il territorio comunale, possono essere trovate sul sito dell’Osservatorio Vesuviano –INGV.

Si ricorda alla popolazione che dal 2012 il Dipartimento Nazionale di Protezione ha elevato il livello di allerta vulcanica dei Campi Flegrei da verde (base) a gialla (attenzione). L’innalzamento del livello di allerta ha comportato il rafforzamento del monitoraggio scientifico e delle attività di pianificazione e prevenzione. In considerazione di quanto sopra esposto l’Amministrazione Comunale insieme alla Protezione Civile del Comune di Pozzuoli è impegnata a garantire alla popolazione un costante aggiornamento sull’evoluzione del fenomeno bradisismico in atto con il fine di fronteggiare qualsiasi eventuale situazione critica“.

 

Potrebbe anche interessarti