De Luca: “Troppi contagi in Campania, preoccupante. Arrivano milioni di turisti dal Nord”

Il Presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca, nel corso della consueta diretta,  ha ribadito nuovamente l’obbligo di indossare la mascherina per evitare di incorrere in sanzioni.

De Luca: “Mascherina obbligatoria, invito gli agenti a procedere con le sanzioni”

Queste le sue parole: “C’è un aspetto che deve preoccuparci. Su 7.600 tamponi abbiamo 226 positivi ed è un dato preoccupante. Se avessimo un numero di positivi rapportato alla popolazione campana rispetto a quella italiana dovremmo avere 140 positivi. Ne abbiamo 226. Quasi il 3% di contagiosità. Di questi abbiamo 126 asintomatici. Per un verso è un dato tranquillizzante. Su 226 positivi 126 non hanno sintomi ma sono positivi quindi contagiano e averli individuati è frutto di un lavoro attento. Questo vuol dire che abbiamo migliaia di cittadini che non hanno sintomi ma sono positivi e quindi contagiano quelli che entrano in contatto con loro oltre che i propri familiari. Questo era prevedibile.

“Se pensate che siamo a luglio e abbiamo 226 positivi quando a luglio dello scorso anno non avevamo nessun positivo vi rendete conto del pericolo che stiamo correndo. Abbiamo un numero elevato di vaccinati ma anche un 15% sopra i 60 che non ha voluto vaccinarsi più le varianti. La variante Delta ha un’aggressività davvero grandissima. I dati assoluti che abbiamo in Campania sono: 5 milioni e mezzo di vaccinazioni, 3 milioni e mezzo di prime dosi, più di 2 milioni di seconde. Abbiamo più di 2 milioni di immunizzati. Dovremmo completare questo lavoro almeno per settembre. A dicembre e gennaio probabilmente dovremmo fare la terza dose al personale sanitario. Abbiamo davanti un lavoro ancora enorme da fare con dei risultati importanti come quelli relativi al mondo della scuola, trasporto, turismo”.

“Il dato preoccupante riguarda il numero di positivi. Tenete conto che ad agosto l’Italia si rimescola perché arrivano al Sud milioni di turisti dal Nord e dall’estero. Siccome siamo la Regione a più alta densità più abitativa siamo anche la Regione più a rischio. Questo è il motivo per cui la mascherina è obbligatoria”.

“Visto che ancora oggi abbiamo 226 positivi io sottolineo la necessità assoluta di indossare la mascherina all’aperto e invito le forze dell’ordine ad essere meno rilassate. Non stiamo scherzando. L’ordinanza non è una carta firmata da me ma un obbligo di legge. Li invito a procedere con le sanzioni, anche nei confronti di chi le tiene sul collo perché è la categoria degli imbecilli doppi perché si prendono il fastidio di portarla senza prendersi il beneficio della protezione. Va tenuta sulla bocca e sul naso”.

“Non è un grande sacrificio perché la si può togliere quando si va sulla spiaggia, al ristorante, in un parco pubblico senza affollamento, quando si fa footing. La mascherina è obbligatoria quando si sta nelle piazze della movida, negli assembramenti, quando si sta sul lungomare, nelle strade affollate. Lì è obbligatorio perché basta un colpo di tosse per diffondere il contagio dopodiché sarà quel che sarà in relazione al senso di responsabilità che avremo dimostrato”. 

Potrebbe anche interessarti