Europei, Oms sui festeggiamenti: “Devastante. La variante Delta ne approfitterà”

Prosegue la polemica sui festeggiamenti dei tifosi che, nel corso dei match disputati in occasione degli Europei 2020, si sono riversati nei centri cittadini spesso violando le norme anti-covid, suscitando forti reazioni da parte dell’Oms.

Festeggiamenti per gli Europei, Oms: “Devastante”

Proprio a margine della vittoria dell’Italia che, durante la finale, ha trionfato sull’Inghilterra, la responsabile tecnico dell’Organizzazione Mondiale della Sanità, Maria van Kerkhove, ha twittato: “Dovrei divertirmi a guardare il contagio diffondersi davanti ai miei occhi? La pandemia da covid-19 non si prende una pausa stasera. La variante Delta approfitterà delle persone non vaccinate, in ambienti affollati, senza mascherina che urlano e cantano. Devastante”.

Un monito non solo per i tifosi italiani e inglesi che hanno invaso le strade di Wimbley, sia prima che dopo la partita, ma per tutti coloro che, tifando per la propria squadra del cuore, sembrerebbero aver perso di vista la situazione d’emergenza che continua a interessare tutto il mondo.

Già in precedenza diversi esponenti del mondo scientifico avevano sollecitato la popolazione a dar sfogo al proprio entusiasmo non abbassando la guardia. Ciò soprattutto per la pericolosità della variante Delta caratterizzata da una maggior trasmissibilità e che sembra colpire anche i vaccinati.

Lo stesso Presidente della Campania, Vincenzo De Luca, commentando le immagini degli assembramenti della tifoseria danese e inglese in occasione del match, aveva dichiarato: “Mi sono venuti i brividi. Decine di migliaia di tifosi inglesi e danesi uno sull’altro, nessuno con la mascherina in un Paese nella quale abbiamo oggi 25 mila positivi. In Italia oggi sono 1.400. Sono segnali, a mio parere, di totale irresponsabilità che pagheremo in Europa”.

Potrebbe anche interessarti