Lutto a Marcianise, morto l’imprenditore Giulio Buonanno: “L’uomo delle Uova”

Giulio Buonanno
Foto fb Antonello Velardi

Si è spento all’età di 85 anni Giulio Buonanno conosciuto a Caserta e dintorni per essere ‘l’uomo delle nuove’. Ad annunciare il suo decesso è stato il sindaco di Marcianise, Antonello Velardi, in un post su Facebook.

MORTO GIULIO BUONANNO: L’IMPRENDITORE DELLE UOVA

Un ricordo commosso verso l’imprenditore che tanto ha fatto per la comunità e che è partito da zero, costruendo in poco tempo il suo impero.

“Se n’è andato oggi, nel primo pomeriggio, Giulio Buonanno, uno dei primi imprenditori del settore agricolo di Marcianise. Aveva 85 anni, si è spento nel suo letto per gli effetti di una malattia che lo ha stroncato in pochissimo tempo. Aveva il destino segnato ma nessuno si aspettava un epilogo così repentino. Giulio Buonanno era uno che ci vedeva lungo. Famiglia di agricoltori di Puzzaniello, aveva ben presto abbandonato il settore d’origine e aveva aperto un negozio di alimentari, nel suo nuovo palazzo di via Catena. Un supermarket, come si diceva allora a significare già una novità rispetto al vecchio “generi alimentari”. Insomma, guardava lontano già allora, e poteva farlo grazie al contributo fondamentale della moglie Maria, “Marittella”.

Ma appunto perché guardava lontano non si fermò alla vendita di alimentari e avviò un’attività che allora, sul finire degli Anni Settanta, era innovativa a Marcianise dove i prodotti alimentari erano spesso il prodotto del mondo contadino. Si inventò l’allevamento delle galline per la produzione di uova, realizzò la sua idea in un grande “casone” nel suo ampio palazzo. A quei tempi, le uova a Marcianise si prendevano sotto le galline, tenute allo stato libero sull’aia; lui costruì il primo impianto di polli in batteria che erano appunto il segno di una nuova dimensione industriale. L’azienda cominciò ad andare molto bene, decise perciò di lasciare il negozio di alimentari alle cure della moglie e di impiantare uno stabilimento molto più ampio per la produzione di uova. Scelse il terreno alla periferia di Marcianise, nella zona di Ponteselice, in uno spicchio che era territorio di Santa Maria Capua Vetere. L’azienda era sammaritana solo sulla carta, ma era marcianisana in tutto.

Dell’Ovicola Buonanno era molto orgoglioso e ben presto decise di coinvolgere nell’attività anche i figli, in particolare Gianni (gli altri due sono Pasquale e Antonella). L’impresa è cresciuta con il tempo, mentre gli anni di Giulio avanzavano ma non diminuivano la sua forza e la sua tenacia. Nell’ultimo periodo pensava ad una nuova intrapresa, guardando in particolare ai nipoti che nel frattempo erano cresciuti: voleva mettere su un’azienda per la lavorazione e l’utilizzazione della canapa. Molto silenzioso, poco propenso ai riflettori, Giulio Buonanno non si è fermato mai. Sapeva interpretare i tempi come i migliori imprenditori, e nell’interpretazione conservava lo spirito delle origini, quello della terra alla cui cultura era particolarmente legato. Non si è fermato mai, dando lustro a Marcianise con le sue intuizioni e la sua capacità lavorativa. Lo ha fermato oggi una malattia che lo ha rapito in breve tempo: segno del destino, non era il tipo che avrebbe retto il logorio dell’allettamento. I funerali si svolgeranno domattina, martedì, alle 11.30, nel santuario della Madonna di Fatima. A lui un affettuoso addio, ai familiari le più sentite condoglianze“.

Potrebbe anche interessarti