MESSAGGIO POLITICO ELETTORALE

Covid, ex infermiere muore a 63 anni: era vaccinato con doppia dose

Gabriele Napolitano, ex infermiere del Cotugno di Napoli, è morto a 63 anni dopo aver contratto il coronavirus nonostante fosse stato vaccinato con doppia dose di Pfizer. A riportare la notizia è Il Mattino.

Secondo quanto si apprende, l’uomo avrebbe contratto il virus mentre era in vacanza in Sardegna con tutta la famiglia. Il 63enne, dopo aver scoperto di essere positivo, era stato ricoverato presso una struttura sanitaria di Sassari. Da quel momento in poi sarebbe comparsa la febbre, seguita da tosse e insufficienza respiratoria.

Questi sintomi avrebbero spinto i medici a ricoverare l’uomo in terapia subintensiva, dove il paziente avrebbe dato segni di miglioramento. L’intenzione dei sanitari era di trasferirlo presso il Cotugno di Napoli, quando la situazione avrebbe subito un drastico peggioramento. Gabriele Napolitano è stato quindi ricoverato in terapia intensiva, dove è stato stroncato dal coronavirus.

La notizia dell’ex infermiere vaccinato morto di covid ha rapidamente fatto il giro del web e suscitato non poco scalpore. Particolarmente toccante è il messaggio di addio scritto dal figlio del 63enne, Gianluca Napolitano, che ha scritto le seguenti parole sui social:

Ormai te ne sei andato, una persona come te cordiale gentile sempre disponibile verso tutti innamorato della vita e della tua famiglia, questo coronavirus ti ha portato via da noi nel modo più straziante che una persona potesse immaginare.

Sei stato il nostro Faro su cui tutti noi potevamo contare E hai lasciato un vuoto incolmabile in ognuno di noi, Infatti io ti devo sempre ringraziare per tutti gli insegnamenti che mi hai dato, per la tenacia e la caparbietà che hai avuto nei miei confronti per farmi diventare quello che ora sono. Oltre ad un padre ho perso un amico che riusciva sempre a consigliarmi cose giuste.

Con il tempo capisco che sono stato fortunato ad essere tuo figlio, avrei voglia di parlare un po’ con te di tante cose, ma so che non mi è più possibile. Ti voglio ricordare così, felice in famiglia al fianco dell’unica donna che hai mai amato. RIPOSA IN PACE”.

Potrebbe anche interessarti