De Luca ai non vaccinati: “Basta furbizie e imbecillità. Diventate persone serie e mature”

de luca non vaccinatiIl Presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca, questa mattina ha partecipato ai lavori dell’assemblea dell’ANCE Campania (l’Associazione nazionale dei costruttori edili). Tra gli argomenti trattati, le prospettive del settore edilizio e un aggiornamento sulla campagna di vaccinazione che dal 20 settembre ha visto partire le terze dosi per alcuni soggetti fragili.

DE LUCA AI NON VACCINATI: “BASTA CON L’IMBECILLITA’, DIVENTATE PERSONE SERIE E MATURE”

Scarsa la partecipazione per ora di chi si è presentato per ricevere la terza dose a cui vanno aggiunti il numero di sanitari che non si sono ancora vaccinati, ieri l’Asl Napoli 1 Centro ha comunicato di averne sospesi 59. Su questo il governatore ha spiegato:

Chi non si vaccina tra i sanitari deve essere sospeso e allontanato dal servizio senza perdere un minuto di tempo. Per il resto, pure esprimendo il massimo di rispetto per chi ha posizioni di incertezza e preoccupazione, è arrivato il momento di farla finita e diventare persone serie, mature. E capire che tutte queste imbecillità che hanno fatto circolare per mesi nel nostro Paese, con le quali abbiamo confuso la libertà con il potere di fare quello che ti passa per la testa, devono finire. Noi dobbiamo rilanciare l’economia, l’Italia e ritornare alla vita normale e la vaccinazione è una strada obbligata, nessuna furbizia, tolleranza o imbecillità. Bisogna muoversi perché abbiamo bisogno di lavoro, serenità per le famiglie e un ritorno alla vita sociale normale“.

Dopo l’appello di De Luca ai non vaccinati, il governatore si è soffermato sull’edilizia e sull’importanza di ripartire dal Sud grazie anche ai fondi europei che arriveranno:

Nel Sud il rilancio dell’edilizia può essere una carta fondamentale che spendere immediatamente per rilanciare anche l’occupazione. Faremmo di tutto nei prossimi mesi, cercheremo di approvare una legge urbanistica regionale, la più semplificata possibile. Già stiamo cercando di sburocratizzare tutti i passaggi amministrativi che riguardano la Regione a cominciare dal Genio Civile che dipende da noi. Per esempio a Napoli abbiamo eliminato il 70% elle pratiche che venivano richieste agli imprenditori del comparto“.

Potrebbe anche interessarti