Canarie, eruzione del vulcano Cumbre Vieja: vasta nube tossica in arrivo al Sud Italia

La devastante eruzione del vulcano Cumbre Vieja nell’isola di La Palma, alle Canarie, cominciata lo scorso 19 settembre, potrebbe provocare disagi anche nel Sud Italia, con l’arrivo di una nube tossica che sta attraversando il Mediterraneo. A segnalarlo è la mappa diffusa da Copernicus, il programma di osservazione della Terra dell’Unione Europea che monitora lo stato dell’ambiente.

Eruzione Canarie, nube tossica verso il Sud Italia

Si tratta di una grossa nube tossica di anidride solforosa, composta dunque da polveri, gas e sostanze altamente pericolose come il biossido di zolfo. Dalla Spagna si sta spingendo sempre più verso l’Italia, attraversando il Mediterraneo e dirigendosi verso il Mezzogiorno.

Stando alle previsioni degli esperti la nube transiterà soprattutto su Sicilia e Sardegna, non escludendo le altre Regioni del comparto tirrenico. Quasi l’intera area del Centro-Sud, dunque, sarà sfiorata dal carico di polveri e gas. Dopo aver fatto il suo ingresso nel nostro Paese, poi, la nube dovrebbe progressivamente allontanarsi.

Attualmente, tuttavia, la situazione appare del tutto sotto controllo, grazie anche alle condizioni meteo favorevoli. A confermarlo è Alessandro Serci, dell’ARPA Sardegna, che, rivolgendosi all’Ansa, ha spiegato: “Stiamo verificando la situazione delle nostre 34 stazioni della rete regionale di monitoraggio ambientale da quando il fenomeno è iniziato. La situazione attualmente è sotto controllo, entro i 3 microgrammi per metro cubo di biossido di zolfo. Non ha piovuto e non ci sono state ricadute”.

Potrebbe anche interessarti