Napoli, nuovo agguato a Ponticelli: ucciso un 23enne incensurato mentre rientrava a casa

ponticelli 23enne
Immagine di repertorio

Un 23enne, Carmine, ha perso la vita ieri sera in un agguato a Ponticelli, quartiere alla periferia est di Napoli. La vittima, un giovane incensurato, stava rientrando a casa in via Luigi Crisconio quando è stato raggiunto da alcuni colpi d’arma da fuoco che sono stati fatali.

SI SPARA A PONTICELLI, MORTO UN 23ENNE INCENSURATO

L’episodio è avvenuto intorno alle due di notte e il giovane si trovava in compagnia della fidanzata, sua convivente. Immediati i soccorsi e la corsa all’ospedale evangelico Villa Betania. Il 23enne però è deceduto nel pronto soccorso della struttura sanitaria per le gravi ferite riportate. Sul posto, come riferito dalle agenzie di stampa, sono intervenuti i militari della stazione di Ponticelli che indagano su quello che sembra un agguato camorristico. A terra infatti sono stati trovati sette bossoli calibro 45mm.

Ancora da chiarire la dinamica di questo omicidio che bagna di sangue il quartiere di Ponticelli. Soltanto una settimana fa un ordigno era esploso nel cortile di un Palazzo ferendo mamma e figlia. In quel caso l’obiettivo era un pregiudicato che abitava nel condominio. Ciò però aveva spinto i residenti a chiedere un intervento decido dello Stato e maggior sicurezza:

Siamo preoccupati perché nella periferia Est di Napoli, le strade, i rioni e i cortili continuano ad essere campi di battaglia“.

Un appello che ad oggi è rimasto inascoltato.

Potrebbe anche interessarti