VIDEO/ Fuorigrotta in ginocchio per il maltempo: strade allagate, bloccate le auto

fuorigrotta maltempoLe prime piogge autunnali stanno producendo danni impressionanti nella nostra regione. Le immagini di strade invase dall’acqua, muri crollati e persino chiese distrutte stanno facendo il giro del web. Oggi è Fuorigrotta, quartiere di Napoli, a ritrovarsi in una situazione ai confini della realtà, con le strade completamente allagate per via del maltempo.

Le immagini pubblicate sulla pagina Facebook del consigliere regionale Francesco Emilio Borrelli sono scioccanti. Le strade del quartiere si sono trasformate in fiumi, creando il caos e impedendo anche alle auto di camminare normalmente. Il maltempo, però, non ha fatto sentire la sua furia anche a Fuorigrotta.

Nel vicino quartiere di Pianura, la stazione della Circumflegrea La Trencia si è completamente allagata, diventando di fatto impraticabile. In un’immagine diffusa dalla pagina Facebook “Circumvesuviana. Guida alle soppressioni e ai misteri irrisolti” si vede chiaramente come alcune persone siano salite sui tornelli pur di non inzupparsi. In più, nello stesso quartiere anche via Botticelli si è trasformata in un fiume.

Ad essersi allagata, come al solito, anche la stazione della Circumvesuviana di Scafati. A renderlo noto un comunicato dell’EAV:

In seguito alle forti precipitazioni atmosferiche si è ripresentato puntuale anche quest’anno il problema dell’allagamento della sede ferroviaria in corrispondenza della stazione di Scafati, causato dall’acqua proveniente dalle strade adiacenti il P.L. denominato S. Maria delle Grazie, ovvero Via Passanti e Via D. Catalano, ancora oggi prive di rete fognaria.

La circostanza determina l’interruzione del servizio ferroviario sulla tratta Scafati – Poggiomarino e conseguenti ritardi e soppressioni. In una lettera inviata al Sindaco del Comune di Scafati ed al Prefetto di Salerno, la Direzione di EAV ed il Presidente De Gregorio hanno ancora una volta sollecitato l’Amministrazione Comunale competente sul territorio ad addivenire urgentemente ad una risoluzione della problematica che, oltre a provocare danni alle strutture civili della sede ferroviaria, è causa di forti disagi per l’utenza. EAV è parte lesa”.

Potrebbe anche interessarti