Dirette hot dall’ufficio del Comune di Ercolano, la 59enne è stata sospesa: ora rischia il licenziamento

Ha fatto il giro del web il servizio di ‘Striscia la Notizia’ che ha come protagonista una dipendente del Comune di Ercolano intenta a registrare dirette hot in ufficio che attualmente è stata sospesa dall’incarico. Quasi certamente la procedura si concluderà con il licenziamento della donna.

Dipendente del Comune di Ercolano sospesa per le dirette hot

La donna, 59enne di Torre del Greco, collegandosi direttamente dal suo ufficio ‘intratteneva’ i suoi seguaci con un servizio a pagamento su un sito di live streaming a luci rosse. A seguito dell’intervento di Luca Abete anche il sindaco di Ercolano, Ciro Buonajuto, si è detto disgustato e pronto ad avviare un procedimento disciplinare nei suoi confronti.

Di qui la sospensione immediata che molto probabilmente sarà seguita dal licenziamento. Al momento, stando a quanto reso noto da ‘Il Corriere del Mezzogiorno’, il Comune ha denunciato la donna per truffa e il primo cittadino ha già anticipato che l’ente si costituirà parte civile al processo.

Intanto la Polizia sta proseguendo le indagini anche sugli altri dipendenti probabilmente coinvolti. Quanto all’aspetto disciplinare, la 59enne dovrà fornire spiegazioni davanti ad una commissione. Visto il contenuto palese delle immagini, tuttavia, si fa sempre più concreta l’ipotesi di licenziamento.

La vicenda ha suscitato grande scalpore tra i cittadini di Ercolano e dintorni che non immaginavano che proprio lei, così dedita alla famiglia, potesse nascondere un privato del genere in grado di far venir meno anche la sua professionalità lavorativa.

Potrebbe anche interessarti