Covid Italia, in arrivo la quarta ondata: sale l’indice Rt e aumentano i ricoveri

covid italiaLa quarta ondata di covid ha ormai fatto il suo ingresso anche in Italia. Sebbene i numeri non siano paragonabili a quelli del resto d’Europa – ieri la Germania ha contato quasi 50mila casi un un giorno contro i quasi 9mila italiani – la situazione è comunque da monitorare.

Covid Italia – i dati dell’ultimo monitoraggio ISS

L’Italia per il momento si sta salvando grazie all’alta percentuale di persone vaccinate (oltre l’86% degli over 12 ha avuto almeno una dose) e per questo motivo i numeri dei nuovi contagi non sono ancora spropositati. Nel Bel Paese però continua a salire l’indice Rt medio calcolato sui casi sintomatici di Covid-19, che si attesa a 1,21 (con un range tra 1,08 e 1,31) nel periodo 20 ottobre-2 novembre, in aumento rispetto alla settimana precedente e stabilmente al di sopra della soglia epidemica.

LEGGI ANCHE: Covid Italia – come sarà il Natale 2021? 

L’incidenza settimanale dei casi Covid-19, a livello nazionale, continua ad aumentare, attestandosi a 78 casi per 100mila abitanti nel periodo 5-11 novembre, rispetto alla settimana precedente in cui era a 53 casi per 100mila abitanti.

Il tasso di occupazione da parte di pazienti Covid-19 in terapia intensiva è al 4,4%, in salita rispetto al 4,0% rilevato una settimana prima. In salita anche l’occupazione dei reparti di area medica che si attesta al 6,1% (rilevazione giornaliera 11 novembre) rispetto al 5,3% del 28 ottobre.

Tutte le Regioni e Province autonome risultano classificate a rischio moderato. Tra queste però, una, il Friuli Venezia Giulia è ad alta probabilità di progressione a rischio alto. E’ quanto emerge dai dati del monitoraggio sull’andamento epidemiologico Covid-19 della Cabina di Regia, comunicati dall’Istituto superiore di sanità (Iss).

Potrebbe anche interessarti