De Luca contro i no vax: “Tutti sfrantummati. Chiediamo misure dure e specifiche nei loro confronti”

Il presidente della Campania, Vincenzo De Luca, durante la consueta diretta del venerdì pomeriggio, ha parlato della situazione covid in regione, dei casi in aumento e delle possibili misure da attuare in caso questi casi dovessero aumentare ulteriormente. De Luca si è soffermato anche sulla questione dei no vax, anche se ha detto che non bisognerebbe perdere tempo con questi personaggi.

De Luca contro i no vax

E’ inutile parlare con i no vax, quando si prova a parlare con un alfabeto che non è uguale si perde tempo, come se noi parlassimo italiano e loro afghano. L’obbiettivo è quello di non far chiudere la nostra regione e l’Italia. Sarebbe un disastro chiedere tutto ma è inutile raccontare queste cose a chi non vuole capire, la stupidità non è un argomento.

Noi abbiamo voglia di uscire dal calvario covid e non abbiamo voglia di perdere tempo con i no vax e con tutti gli sfrantummati ‘Italia. Mando la mia solidarietà alla città di Trieste, una città violentata da quelle bande che hanno promosso iniziative irresponsabile. Hanno incrementato i contagi del 300%. La Campania è tra quelle regioni che chiedono misure rigorose, dure e specifiche nei confronti di chi decide di non vaccinarsi. Liberi tutti ma, liberi noi di salvaguardare la vita nostra e dei nostri familiari.

Indossate sempre la mascherina, vi ricordo che in Campania è obbligatorio. Un piccolo sacrificio che produce un grande vantaggio. Questa si chiama prevenzione perché dopo poi è inutile. Sarebbe ingiusto chiudere di nuovo tutto, obbligare i cittadini che in questi mesi hanno fatto il proprio dovere a restare di nuovo in casa“.

Potrebbe anche interessarti