Covid, anche il sindaco di Gragnano chiude le scuole: “Non possiamo abbassare la guardia”

green pass personale scolasticoNonostante l’ordinanza di De Luca che imponeva la Dad per elementari e medie sia stata bocciata dal Tar, a Napoli e provincia sono sempre di più i Comuni che decidono di sospendere le lezioni in presenza. Anche il sindaco di Gragnano, Nello D’Auria, ha comunicato che in città le scuole resteranno chiuse fino al 22 gennaio. Il primo cittadino ha spiegato le motivazioni della sua scelta in un post pubblicato sulla sua pagina Facebook:

Sono settimane e giorni intensi, questi ultimi e lavoriamo senza sosta per contenere il virus“, spiega il sindaco. “Un momento complesso per la nostra comunità che affronta un andamento del contagio senza precedenti. Nonostante la campagna vaccinale, il centro tamponi che giorno per giorno si rivela un’eccellenza al servizio anche dei comuni vicini, la curva epidemiologica registra numeri che non ci consentono di abbassare la guardia“.

Il Comune di Gragnano aveva messo a punto un programma per ripartire con la didattica in presenza da lunedì prossimo, con la possibilità per tutti gli alunni delle classi del primo ciclo (infanzia, primaria e medie inferiori) di effettuare tamponi rapidi gratuiti presso le scuole già a partire da domani.

Tuttavia, sottolinea D’Auria, “l’aumento esponenziale dei casi di positività che crescono senza sosta; i problemi dell’hackeraggio del sistema informatico dell’ASL NA 3 Sud, i disagi dell’intero territorio distrettuale nella rilevazione e nel tracciamento dei positivi e le crescenti difficoltà dei dirigenti scolastici nel poter prevedere un’organizzazione efficace a causa delle assenze di personale docente e ATA in isolamento e/o in quarantena, sono aspetti di cui, la mia responsabilità di Sindaco deve necessariamente tenere conto”.

Il Comune di Gragnano ha così elaborato una nota condivisa e firmata congiuntamente anche dai Sindaci di Castellammare di Stabia, Santa Maria la Carità, Sant’Antonio Abate, Lettere e Casola di Napoli. che nel pomeriggio è stata trasmessa al Prefetto di Napoli. In tal modo, i primi cittadini hanno espresso le proprie perplessità sul ritorno alla didattica in presenza in un momento dedicato come questo.

Per quanto riguarda il Comune di Gragnano, per domani il sindaco ha annunciato un’Ordinanza Sindacale che prolungherà la sospensione della didattica in presenza per le scuole di ogni ordine e grado fino a sabato 22 gennaio. Tuttavia, questa non sarà l’unica misura volta a garantire il ritorno in classe in sicurezza. Il sindaco di Gragnano ha comunicato che nelle prossime settimane verranno promosse le seguenti iniziative:

  • screening preventivo nelle scuole con tamponi rapidi gratuiti agli alunni del primo ciclo
  • Open Day vaccinale per i bambini dai 5 agli 11 anni presso uno degli istituti scolastici del territorio
  • controlli per il rispetto del divieto di assembramento negli spazi pubblici

Potrebbe anche interessarti